Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Seconda giornata di Bxc con la sopresa Kakar che ha battuto il record dei fuoricampo toccati in una singola partita.

Leonessa batte Patrini 13 a 1

In una giornata di sole primaverile e su un campo velocissimo la Leonessa Bxc ed I Patrini hanno iniziato il  loro Campionato Italiano. Partita tranquilla nonostante il divario di punti, molti errori di corsa e lanci pazzi da entrambe le parti. I nuovi Patrini hanno la cosiddetta panchina corta e mettono in campo tutto il loro potenziale. Abbiamo rivisto con piacere il senior Stigliano con il suo perfetto stile mancino, mentre il giovane Michelangelo Agnello cresce bene. La Leonessa, molto giovane, ha la panca lunga e fa esordire il primo giocatore Austriaco di nome Jens ma per tutti “Giovanni di Secco”. È doveroso ricordare la prova stratosferica del “vecio" Gigi Toigo, che fa tutto da solo con ben 4 fuoricampo. Questa volta Sarwar gli fa da valletto con soli 2 hr. Per la corona del fuoricampista 2019 prevedo una gara in famiglia. Domenica sullo stesso diamante CUS andrà in onda una gara molto più impegnativa per la Leonessa.Foto Patrini Leonessa a fine gara

Lampi Milano batte Leonessa 9 a 6

La prova di forza contro I Patrini del sabato pomeriggio, la splendida giornata di sole e un campo in stile biliardo erano perfette premesse per un altro ruggito della Leonessa. I giocatori di manager Condorelli, invece, si trovavano di fronte dei Lampi Milano agguerriti e tutt’altro che arrendevoli. La partita registrava la fuga iniziale dei meneghini che grazie ai 7 punti segnati nei primi inning costruivano un divario che gestivano nelle riprese successive grazie alla loro poliedrica e dinamica difesa che si inchinava solo alle bordate da hr di Ghulam e Toigo. I due potenti sluggers bresciani provavano fino alla fine a far rientrare la loro squadra nella partita ma i loro 6 hr complessivi non erano adeguatamente sfruttati dato che erano sempre realizzati senza uomini in base, mentre i Lampi capitalizzavano al meglio i 2 hr del loro sorridente senegalese. Con un 9 a 6 molto emozionante i Lampi si confermavano bestia nera della Leonessa. Con un Dieng già protagonista in attacco supportato come detto nei frangenti decisivi dai compagni (tra i quali segnaliamo gli acuti del neo reinnamorato di questo gioco Briglia), in difesa spiccano le prestazioni di Comi e Allegretta. Dei Bresciani, detto di Ghulam e Toigo, una menzione speciale per Barbara Menoni che più volte ha evitato che il bottino di hr di Dieng diventasse più cospicuo. Bello ed emozionante il coro “Leva! Leva! Leva!” eseguito dai giocatori dei Lampi al termine dell’incontro per dedicare la vittoria al loro compagno di squadra scomparso lo scorso novembre. 

Roma All Blinds batte Bologna White Sox 8 a 1

Difese ben calibrate che riuscivano ad imbrigliare gli attacchi e facevano credere che sarebbe stata una gara da basso punteggio ed in bilico fino alla fine, ma le mazze della Roma si risvegliavano improvvisamente dal loro torpore e con un quinto e sesto inning al fulmicotone mettevano in ginocchio un Bologna in palese ritardo di preparazione e con un assetto di squadra ancora da trovare. Nulla da fare quindi per i felsinei che con sole 6 valide mai efficaci si dovevano accontentare del punto della bandiera grazie ad un fuoricampo di Yemane alla settima ripresa. Per loro buone le prestazioni di Berganti e Fatty. Gli All Blinds invece si sono dimostrati una squadra ben equilibrata e forte sia in attacco che in difesa e certamente saranno una delle candidate alla vittoria finale. I loro battitori sono andati a segno con almeno 2 valide ciascuno, ma su tutti da segnalare il solito Bassani che quasi da solo ha determinato il risultato finale: le sue 4 valide su 8 turni di cui ben 3 hr con 7 pbc e le 13 assistenze in difesa parlano da sole sull’importanza della sua prestazione. Ma non lasciatevi ingannare da ciò, perché il resto dei suoi compagni di squadra non hanno fatto solo presenza ma sono stati parte attiva della forza del team di Corazza. Napoli, Abidi e Pierri sono stati degni comprimari nell’amalgama della squadra.

Umbria Redskins batte Staranzano 18 a 8

Se fossimo ad Hollywood queste parole avrebbero avuto come inizio questo titolo: “Today a star is born” (oggi è nata una stella). E la stella è “Mu” Kakar un ragazzo afgano che nelle file dello Staranzano è stato protagonista di una delle più grandi prestazioni di tutti i tempi. I suoi 5 fuoricampo in una gara hanno stabilito il nuovo record del campionato Italiano di Bxc e la sua difesa è stata esemplare, ma ciò che ha stupito gli osservatori è stata la sua naturalezza nel muoversi in campo ed il suo stile di battuta tale da far pensare che avesse sempre giocato a baseball. Detto ciò passiamo alla cronaca della gara: i Redskins (pur privi del loro capitano Pierini) sono riusciti ad aver ragione della squadra dello Staranzano per manifesta all’ottava ripresa facendo vedere un gioco spumeggiante e grandi miglioramenti in tutti i loro giocatori. Su tutti gli atleti di Marta Mastrantonio certamente Oliveri e Quinci l’hanno fatta da mattatori, ma le prestazioni di Vintila e Di Serena Reggi sono state sicuramente di ottimo livello. Non si creda però che i bisiachi di Carraro siano rimasti a guardare passivamente e pur dovendo fare i conti con partenze di alcuni giocatori importanti (Moreschi, Nikolic ed Arancio) si sono presentati sul terreno di gioco con una voglia di fare ed una grinta inaspettata che li ha fatti lottare fino alla fine. Per loro, oltre che il già citato Kakar, da segnalare le prestazioni di Finocchiaro Crescenzi (che ha battuto il primo fuoricampo della sua carriera) e Mastrangelo. Da segnale l’ottimo arbitraggio.

Terminato l'addestramento gruppo UK Brescia

Con domenica 24 marzo terminano la 3 giorni di allenamento per i giocatori inglesi dei Lancashire Lions (Ben, Sheraz, Abu, Wassim) e la giornata riservata all’addestramento di 3 coaches dei Bavarian Bats che sono arrivati da Norimberga. Fabio Giurleo e Marco Acciai si sono impegnati per insegnare i fondamentali che sia i due giovani Abu e Wassim che il più maturo Sheraz hanno provato a mettere in pratica al meglio. Tirando le somme gli amici Inglesi si sono già prenotati per la Mole’s Cup di Pau.  

Per leggere l'articolo completo cliccare sul link seguente:

https://www.aibxc.it/news/dettaglio.php?id_news=502

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });