Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
/images2016/2018/20181206-IABF-PAGLIARULO-FRANCO--Chris-Herder-.jpg

La IABF torna in Italia per il Clinic Tour e apre le porte dei college americani

Quella in corso è una stagione che vede un ulteriore salto di qualità nelle attività della Italian American Baseball Foundation: l’ingresso nel Consiglio Direttivo di nuovi, importanti membri provenienti dal campo, dalla comunicazione e dall’imprenditoria, tutti accomunati dalla passione combinata per il Vecchio Gioco e per il Bel Paese, sta aumentando di giorno in giorno il numero delle opportunità, ma anche degli impegni per il Presidente Joe Quagliano e i suoi più stretti collaboratori, Carmine Gangone e Mark Cardillo.

Gli ‘Italian Heritage Day’ e ‘Nights’ di New York Mets (12 maggio), Miami Marlins (14 giugno), Brooklyn Cyclones (17 agosto) e San Diego Padres (10 agosto) hanno visto o vedranno la presenza della IABF, pronta a celebrare le leggende del baseball italo-americano e a sensibilizzare sempre più appassionati per raccogliere contributi ai suoi progetti.

E i progetti che nascono su iniziativa diretta della Fondazione sono sempre più numerosi e importanti: in occasione dell’All-Star Weekend, ha organizzato al Nido Italia Club di Cleveland la prima tavola rotonda ‘Italians in Baseball’ alla quale parteciperanno i membri Natalie Spedaliere, dirigente di MLB Network, Jon Morosi, firma di ESPN e MLB Network, Mike Pagliarulo, stella degli Yankees negli Anni ’80 e istruttore di battuta, insieme al Vice Presidente degli Indians Bob Di Biasio, allo storico reporter di MLB.com Anthony Castrovince, a Matt Stucko di YES Network, nonché l’all-star ex-idolo di Cleveland Mike Napoli.

Ci sono eventi di golf e conviviali di fund raising da qui alla quarta Annual Dinner del 5 dicembre, ma, su tutti, la IABF è particolarmente orgogliosa di annunciare le iniziative di tipo John Franco, Joe Quagliano, Carmine Gangone e Mark Cardillo al Coni con Andrea Marcontecnico, indirizzate alla promozione e allo sviluppo del gioco sui due lati dell’Oceano Atlantico.

In primo luogo s’inaugurano in questo 2019 le IABF College Showcase Series, con un appuntamento a Long Island, NY, il 15 agosto, coordinato da Frank Catalanotto e Stephen Leonetti, nel corso del quale i giovani giocatori potranno fare vedere le loro abilità davanti a una qualificata platea di coach di diverse Università e scout del mondo pro.

Prima di questo, in collaborazione con la FIBS, si terrà la sessione italiana, dedicata a una selezione di giovani talenti che hanno appena terminato con profitto il quarto o il terzo anno di scuola superiore e che saranno convocati nei prossimi giorni per l’appuntamento del 12 luglio a Roma, durante il quale saranno valutati da uno staff di coach di college di Prima e Seconda Divisione, con l’intenzione di attivare delle ‘baseball scholarship’ per iniziare l’Università negli Stati Uniti nel settembre 2020 e 2021.

Si tratta qui di un ulteriore avanzamento del programma delle Accademie, che prevede, dopo l’attivazione delle sedi regionali, appunto la possibilità di mandare i ragazzi (ma le ragazze del softball seguiranno) a studiare e crescere come persone e atleti negli Stati Uniti, fornendo loro una grande opportunità tecnica e formativa personale.

Dopo il College Showcase, scatterà la replica del Clinic Tour che lo scorso anno ha riscosso grande successo fra Lazio e Campania con la stella dei Mets John Franco.

Quello della IABF è un omaggio ai più giovani atleti del baseball e del softball italiani, realizzato grazie all’impegno dei Club ospitanti, dei Delegati Regionali Tecnici e dei Comitati e Delegazioni Regionali della Federazione.

I clinic, completamente gratuiti, sono dedicati ai giocatori e alle giocatrici tesserati per la FIBS e nati negli anni dal 2003 al 2012, che avranno la possibilità di scendere in campo e lavorare, insieme ai loro coach, con:

Mark Cardillo, ex giocatore del Milano Baseball, della Fiorentina e del Rho. Nato a Naples, in Florida, nel 1982 è cresciuto prima nella Barron High School, poi alla Vilanova University dal 2002 al 2005. Dopo un paio di tentativi non riusciti di intraprendere la carriera da professionista, Cardillo ha voluto portare la sua passione per il batti e corri fuori dai confini statunitensi. Nel 2006 la scelta è ricaduta sull'Italia, terra d'origine della sua famiglia, e ha alternato esperienze fra Lombardia e Toscana in Serie A2 e Serie B. Il debutto in Italia giunse nel 2005 a Rho, in cui militò anche l'anno successivo. Nel 2007 ha giocato nella Fiorentina, mentre l'ultima stagione da giocatore nel Bel Paese la trascorse al CUS Milano. Conclusa la carriera da giocatore, Cardillo ha guadagnato un Master in Sport Management alla Columbia University e ora insegna in un corso di sport business.

Mark, Segretario della IABF, accompagna questa volta una leggenda degli Yankees e di molte altre squadre di MLB: Mike Pagliarulo, terza base, che ha iniziato la sua carriera pro nel 1981, scelto dagli Yankees al sesto giro, nel Triplo A, arrivando in prima squadra nell’84 e rimanendovi per 5 stagioni e mezzo. Passato ai Padres nell’89 e 90, il suo anello lo mette al dito nel 1991, appena arrivato ai Minnesota Twins dove rimane 3 stagioni. A Baltimora nel 1993 e ai Rangers nel 1995, dove chiude la sua carriera da giocatore, con .241 di media, 134 fuoricampo e 505 RBI, gioca il ’94, anno dello sciopero in Giappone, con i Seibu Lions. Inizia poi immediatamente la carriera da coach, temporaneamente sospesa dopo avere lasciato la posizione di hitting coach dei Miami Marlins lo scorso aprile.

Sono ben 5 gli appuntamenti riservati ai ragazzi italiani nelle IABF Clinic Tour 2019, che in questa occasione farà visita a:

13 luglio

Sab

Paternò (CT)

16.00-19.00

Red Sox Park, Contrada Agnelleria, Ficuzza

15 luglio

Lun

Messina

16.00-19.00

Stadio Primo Nebiolo, viale Annunziata

17 luglio

Mer

Viterbo

16.00-19.00

Stadio Rams, via Tagete

18 luglio

Gio

Grosseto

16.00-19.00

Stadio Roberto Jannella, viale Repubblica

19 luglio

Ven

Firenze

16.00-19.00

Stadio Pier Paolo Vita, Campo di Marte

Durante ciascun evento, lo staff IABF sarà supportato dai tecnici messi a disposizione dagli organizzatori locali.

John Franco e Mark Cardillo della IABF in un clinic a RomaIl programma prevede che il campo di gioco sia suddiviso in diverse stazioni, dedicata ciascuna a un aspetto specifico del gioco.

Gli ultimi 30 minuti dell’esperienza sono dedicati alla reciproca conoscenza fra ragazzi, coach e istruttori, domande e risposte e agli autografi di rito.

La partecipazione ai clinic è gratuita e concessa per un solo clinic a ciascun atleta.

Per richiederla occorre seguire la seguente semplice procedura: scaricare dal link in fondo a questo articolo l’apposito modulo, compilarlo in ogni sua parte e inviarlo via email a clinic@fibs.it tassativamente entro le ore 13:00 del giorno 10 luglio 2019, allegando obbligatoriamente certificato medico d’idoneità alla pratica agonistica in corso di validità.

Per ogni clinic saranno accettati i primi 50 iscritti, faranno fede la data e l’ora di ricevimento della email d’iscrizione.

I richiedenti ammessi riceveranno conferma attraverso l’indirizzo email di provenienza dell’iscrizione. Tale risposta andrà presentata sul posto del clinic, congiuntamente a un documento d’identità dell’atleta o del genitore, al momento della registrazione, che avrà inizio un’ora prima del clinic.

Ogni atleta dovrà presentarsi con proprio equipaggiamento completo di gioco.

Il mancato rispetto delle indicazioni sopra riportate comporterà l’esclusione dal clinic in qualsiasi momento.

Gli uffici FIBS e l’email dedicata clinic@fibs.it sono a diposizione per ogni chiarimento.

La IABF celebra il terzo anno: obiettivo borse di studio per i college

Marco Landi