Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Una giornata perfetta per le finali giovanili di baseball è iniziata a Modena. Dalle ore 10 sono in campo le quattro contendenti dei campionati nazionali Under 12, Under 15 e Under 18. Hanno chiuso con gli scudetti due squadre del Friuli Venezia-Giulia (Staranzano Ducks per la categoria U12 e New Black Panthers per la categoria U18) e l'Academy of Nettuno nel campionato U15.

Under 12

Gli Staranzano Ducks si laureano campioni d'Italia U12 grazie alle due vittorie nella Final Four ottenute contro lo Junior Rimini e la T&A San Marino, che avevano sconfitto i Dolphins Anzio per accedere in finale.

La fase finale U12 comincia con il confronto fra Junior Rimini e Staranzano Ducks. Trascinate da un tifo entusiasta, le due contendenti giocano una partita appassionata ed equilibrata, in cui alla fine la spuntano i giuliani per 8-5. Parte alla grande la compagine romagnola con un triplo da tre punti di Baldassarri e un 20180930 - uno swing di un giocatore del San Marino (Andrian/FIBS)errore difensivo che fruttano i primi quattro punti della partita. I Ducks riequilibrano il match nella terza ripresa con tre valide (un triplo e due singoli) e un errore dell'interbase che fa entrare il punto del 4-4. Dopo vari cambi e una ripresa di stallo, Staranzano mette la freccia al quinto con un paio di punti firmati dal triplo di Maruccio e da un susseguente lancio pazzo. Nel sesto attacco insistono i Ducks che con le valide di Lorenzo Franceschini e Tommaso Radin raddoppiano il margine prima dell'ultima difesa. I romagnoli non mollano e riescono a segnare un punto nell'inning finale, ma a festeggiare è la formazione in maglia rossa.

La T&A San Marino raggiunge Staranzano in finale con il successo sui Dolphins Anzio per 6-1. Entrambe le squadre segnano un punto in apertura (singolo da un punto di Mautone per Anzio e di Mancini per San Marino), ma i piccoli titani decollano nella seconda ripresa con il massimo del bottino (quattro punti) grazie ai tripli da un punto di Bianchi e Baldacci, al singolo di Guidi e al doppio di Mancini che pone fine alla ripresa sul 5-1. I sammarinesi consolidano il vantaggio con un’ottima prestazione in pedana di Guidi e Miele e al quarto inning uno spettacolare fuoricampo interno di Dennis Baldacci mandano la T&A sul 6-1. Nella quinta ripresa il San Marino mantiene il margine e, per via del limite di quattro punti per ogni inning, le cinque lunghezze di vantaggio sono sufficienti ai titani per concludere definitivamente la contesa sul 6-1.

Nella finale, uno sprint iniziale dello Staranzano spezza gli equilibri nella finale U12. Il doppio di Mancini sblocca il risultato per i sammarinesi, ma i Ducks reagiscono con pazienza (5 basi su ball), realizzando due punti su volata di sacrificio e una base su ball a basi cariche. Allungano i giuliani nel secondo attacco con due bunt single e una base su ball e il San Marino corre ai ripari, cambiando il lanciatore. I tre corridori in base riescono, però, ad arrivare a casa tramite un out forzato in seconda e due lanci pazzi. Nel quarto inning, arriva il fuoricampo da due punti, firmato da Mattia Bernardis, mentre il successivo singolo da parte di Rizzo arrotonda il punteggio sul 9-1. Sul monte di lancio, Leonardo Pizzolato e Leonardo Maruccio completano l’opera e i ragazzi di Staranzano possono festeggiare.

RISULTATI E TABELLINI DELLA FINAL FOUR

Under 15

Nella categoria Under 15 festeggia l’Academy of Nettuno  con due successi netti. Dopo la vittoria sull’Oltretorrente, i nettunesi hanno sconfitto la UnipolSai Bologna, arrivata in finale battendo lo Junior Rimini, col punteggio di 11-0.

La Final Four si apre con la classica tra Junior Rimini e UnipolSai Bologna, in cui escono vincitori i bolognesi per 10-3. Vige l'equilibrio nelle prime due riprese. Il Rimini sfiora il vantaggio nel primo inning, ma sul singolo di Pedrazzi, la difesa fortitudina intercetta a casa il corridore riminese e mantiene lo 0-0. I felsinei muovono il punteggio nel terzo attacco grazie al doppio da due punti di Jacopo Tamburini, ma i romagnoli prendono indietro un punto con la doppia rubata e un Un'azione di Fortitudo-Rimini categoria U15 (PhotoBass)errore di tiro del ricevitore della Fortitudo. Timbra tre punti la Effe nel quinto inning. Due valide di Tamburini e Moronta, un errore del seconda base riminese e un out su scelta difesa consente a Bologna di piazzare un nuovo break. Mentre l’asse Spagnoli-Rizzoli controlla bene la partita in pedana, la UnipolSai Bologna scappa nel sesto attacco con altri cinque punti e ipoteca la vittoria. La valida e l’errore nella stessa azione dalla battuta di Lorenzo Bacci porta il punteggio sul 6-2, poi Rizzoli e Lambertini arrotondano con due tripli fino al 10-2. Il punto della bandiera per i riminesi arriva sul singolo di Taddeo

Nella seconda semifinale, l’Academy of Nettuno vince un acceso confronto con il Bolzoni Oltretorrente per 9-3. I nettunesi si portano in vantaggio con un punto nel secondo inning (triplo di Venditti e volata di sacrificio di Di Siero) e prendono il largo con cinque punti nel quarto attacco a seguito di una base su ball e un colpito con le basi piene, dalla valida di Federico Ubani e dal lancio pazzo che porta a casa il quinto punto della ripresa. Nel quinto inning tornano all’assalto i laziali che vanno a segno con un chopper verso il seconda base e il triplo da due punti di Luca Fagnani. Sul monte di lancio è ottima la performance di Federico Ricci che lancia 5.2 riprese con un punto subito e 12 strikeout, poi Tomei, dopo che la squadra parmigiana, mai doma, aveva segnato tre punti, ottiene l’ultimo out.

La finale è un assolo dell'Academy Nettuno che si impone per 11-0 sulla UnipolSai Bologna. Partenza turbo dell’Academy Nettuno grazie a due doppi rispettivamente di Ubani, in apertura, e di Ciaramella, che batte a casa i primi due punti del match. Il terzo punto entra con la corsa di Ciaramella a casa base dopo uno strikeout ai danni di Di Siero. Nuovo forcing nella terza ripresa per l’Academy che aumenta con potenza il margine. Dopo una base su ball, Di Siero scarica un doppio per il 4-0, poi Luca Fagnani batte a casa il quinto punto e un lancio pazzo completa l’assalto. Come in semifinale, i lanciatori nettunesi si comportano egregiamente. Questa volta è Valerio Ciaramella a trascinare la difesa con quattro inning inviolati e una sola valida subita. Non perde la concentrazione neanche in attacco la formazione laziale e al quinto inning sale in cattedra Leonardo De Angelis, che confeziona un triplo da un punto e si invola a casa su lancio pazzo per l’8-0. L’ultimo atto della partita arriva nel sesto inning con tre punti messi a segno da Ubani (singolo da due punti) e De Angelis (singolo da un punto), che porta il punteggio sull’11-0. Per via della regola dei cinque punti, il gap formatosi nella sesta ripresa è incolmabile e con il walk-off single di De Angelis il Nettuno Academy diventa campione d’Italia.

RISULTATI E TABELLINI FINAL FOUR U15

Under 18

A chiusura della grande giornata giuliana, sono i New Black Panthers di Ronchi ad aggiudicarsi il titolo della categoria maggiore, con 2 nette vittorie ai danni di UnipolSai Bologna e Torre Pedrera Falcons, completando un ciclo eccezionale per un gruppo di giocatori che, insieme, ha conquistato il titolo tricolore in 4 diverse categorie nel corso degli ultimi 7 anni.

Il match inaugurale per le finali U18 è un derby di grande intensità fra Torre Pedrera Falcons e Junior Rimini con i primi che prevalgono per 7-3 sulle ali di due 20180930 - U18 Torre Pedrera vs New Black Panthers (PhotoBass)inning da tre punti a metà partita. Inizio concitato tra le due squadre con lo Junior Rimini che passa in vantaggio immediatamente. Dopo un singolo e un errore su tentativo di pickoff, arrivano due valide di Samuele Zucconi e Riccardo Severi che sbloccano il match. I Falcons rilanciano con tre valide nel loro attacco d'apertura e un punto sul singolo interno di Scarpellini. Lo Junior va a segno anche nel secondo inning su una base su ball a basi piene, ma si ferma sul 3-1 nonostante le tre possibilità di allungare. L'inerzia del match cambia completamente dal terzo inning e i Falcons prendono in mano il confronto. Lucio Giovannini batte un singolo sul terza base, che sbaglia il tiro in prima e scatena le corse fra le basi. Sull’errore entrano due punti, poi su un altro tiro impreciso dell’esterno destro lo stesso Giovannini corre a casa per completare il sorpasso. Il cuore del lineup dei Falcons colpisce anche nell’attacco successivo contro il nuovo lanciatore Ridolfi. Il doppio di Giulianelli e un singolo di Ioli battono a casa due punti, poi è lo stesso Ioli che dà spettacolo sulle basi, rubando terza e casa base. Lo Junior Rimini non riesce a trovare soluzioni contro Tommaso Muccini che infila sei riprese inviolate senza valide subite. 

La seconda partita di giornata si conclude con il successo dei New Black Panthers di Ronchi dei Legionari sulla UnipolSai Bologna per 12-2 in cinque inning. Si sente la tensione ad inizio partita per i felsinei e per il partente Pietro Perilli che colpisce i primi due battitori (saranno otto i colpiti a fine partita per i pitcher felsinei). Un errore del seconda base emiliano e il doppio da due punti di Daniele Di Monte producono i primi tre punti della partita. La Fortitudo rientra in partita con tre valide consecutive e un errore dei giuliani che fruttano due punti, ma l’illusione della rimonta dura poco, poiché i New Black Panthers ingranano la sesta marcia con tre segnature, due su lancio pazzo e palla persa dal ricevitore e uno giunto sul singolo di Pasqualini. L’affondo decisivo dei ronchesi arriva al quinto inning. Dopo l’entrata di due punti, Stefano Nunin scarica un doppio che sparecchia le basi piene e successivamente segna il punto del 12-2. Marco Pizzolini, partente per la squadra di Ronchi dei Legionari, chiude tutte e cinque le riprese e sigilla la vittoria della sua squadra.

I Black Panthers si aggiudicano quindi la finale per il titolo U18 contro i Torre Pedrera Falcons con un 8-3 senza troppi patemi.
In vantaggio fin dal primo inning, con un triplo da 2 RBI di Di Monte, i giuliani scavano un solco che si è poi rivelato incolmabile nella terza ripresa, nella quale, riempite le basi con 3 singoli a seguire e costringendo i romagnoli al cambio di Thomas Poggioli con Tomas Canuti sul monte, hanno poi concretizzato con altre 3 valide, mettendo in carniere 4 segnature.
Dopo la base a Giulianelli, è un triplo di Ioli nel quarto attacco a mettere i Falcons sul tabellone con il primo punto, arrotondato poi dallo stesso Ioli, grazie a un errore della difesa, sul 2-6. 
I 2 punti sono recuperati dalle Pantere al sesto, grazie a un pasticcio difensivo degli avversari prima e a un singolo di Riccardo Bertossi poi. 
I Falcons riempiono sacchetti, con 1 out, nella parte bassa della ripresa, ma la battuta di Muccini in diamante consente a Luca Furlani di assistere a Da Re per l’eliminazione di Ioli a casa base e la volata di Giovannini mette fine all’attacco romagnolo. 
C’è ancora lo spazio per un’ultima segnatura dei romagnoli sul filo di lana, quando, a basi piene dopo 2 singoli, 1 errore difensivo e il K di Moretti, Giulianelli tocca in diamante e consente a Lo Conte di arrivare a casa base; la battuta gemella di Ioli verso Marco Furlani mette fine ala gara e fa esplodere la gioia delle Pantere.

RISULTATI E TABELLINI FINAL FOUR U18

da Modena, Kevin Senatore

LINK AL PLAY BY PLAY DELLE FINALI GIOVANILI

PHOTOGALLERY

MERCHANDISE UFFICIALE

aisla

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });