Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Amichevoli fra Accademie Regionali: il primo approccio alla nuova stagione

La sensazione di tornare sui diamanti è speciale e quando il primo lancio avviene in un clima perfetto, assieme ad altri ragazzi che condividono le stesse passioni e gli stessi sogni, è ancora più bello.  Nel primo scorcio di primavera del weekend scorso (dall’1 al 4 marzo), i componenti di quattro accademie regionali sono scesi in campo per uno “Spring Training” ricco di momenti di condivisione significativi.

Allo stadio “Simone Piani” di Castiglione della Pescaia (Grosseto), dove erano presenti anche il manager della Nazionale italiana Gilberto Gerali e alcuni giocatori dell’Accademia Nazionale FIBS di Roma, si sono confrontate l’Accademia Regionale della Toscana e l’Accademia Regionale del Piemonte, mentre i diamanti di Montegranaro (Fermo) e Porto S. Elpidio (Fermo) sono stati i teatri delle sfide fra l’Accademia delle Marche e quella del Veneto.

Per tutti sono state di fatto le prime partite dell’anno, un primo assaggio della nuova stagione. Nessun sovraccarico, nessun risultato da ottenere se non quello di mettere in pratica quanto svolto durante l’inverno e di accrescere il proprio bagaglio d’esperienza. Gli staff tecnici si sono dichiarati soddisfatti del comportamento dei ragazzi nel loro primo approccio al campo della stagione. “Abbiamo chiesto ai ragazzi soprattutto atteggiamento e impegno e la risposta è stata a mio modo di vedere ottima” ha dichiarato Marco Mazzieri, responsabile tecnico dell’Accademia Toscana, che ha voluto ringraziare i ragazzi per l’impegno profuso da ottobre e anche le famiglie per gli sforzi profusi nei weekend per dare la possibilità ai ragazzi di imbarcarsi nell’avventura dell’accademia. Buon inizio di stagione anche per la delegazione piemontese, che ha vissuto il primo approccio alla nuova annata dopo il lavoro svolto indoor nel corso dell’inverno. La speranza, come ha ribadito il responsabile tecnico Mauro Mazzotti, è che i ragazzi possano accumulare più turni di battuta o inning possibili nel corso della stagione sportiva.

Le amichevoli nel centro sportivo “Casa Mora” sono anche state caratterizzate dalla presenza di tecnici di prestigio come il suddetto Marco Mazzieri, Gianni Natale (preparatore fisico della Nazionale italiana Seniores e Juniores), Mauro Mazzotti, Gianmario Costa e Pierpaolo Illuminati, anch’essi coinvolti nello staff piemontese.

Non ci sono titoli da vincere, ci sono ragazzi da formare e la presenza di coach di esperienza mondiale non può che essere d’aiuto. “Quando si ha a che fare con il player development cambiano tutte le prospettive. Si punta allo sviluppo della qualità dei ragazzi” hanno rimarcato i due responsabili delle Accademie. “Noi tecnici ci mettiamo a disposizione e cerchiamo di trasmettere la nostra passione ai nostri ragazzi e farli innamorare ancor di più del gioco” sottolinea Mazzieri.

Anche per il Veneto e le Marche questo primo inverno “accademico” è stato positivo e nelle amichevoli marchigiane il feeling sul campo è stato altrettanto Le Accademie del Veneto e delle Marche a Montegranarosoddisfacente. “Un’esperienza eccellente. I ragazzi, nella loro prima uscita stagionale hanno risposto bene a quanto abbiamo fatto fare loro durante l’inverno” ha dichiarato Alessandro Rosa Colombo, che ha guidato, assieme a Gianfranco Vinco, Francesco Aluffi e Lucio Taschin, l’Accademia del Veneto, il cui direttore tecnico è il manager della Nazionale U12 Stefano Burato (direttore tecnico). Per l’accademia delle Marche è stata l’occasione per monitorare i ragazzi impegnati quest’anno nell’Accademia e anche altri giovani del territorio. La selezione era guidata da Moreno Marzioli, Carlos Pezzullo e Riccardo Giampaoli, tecnici dell’organico della Senior League Baseball, che giocherà in casa nel prossimo Torneo delle Regioni, con la supervisione dello staff tecnico dell'Accademia Regionale.

Questo fine settimana di condivisione e di confronto, mai avvenuto in passato, è stato il frutto di un lavoro di collaborazione fra gli staff I ragazzi dell'Accademia Nazionale che hanno partecipato alle amichevoli in Toscanadelle Accademie, che, nonostante la distanza chilometrica, hanno messo a disposizione le proprie risorse per allestire le manifestazioni. Doverosi i ringraziamenti ai tecnici, agli atleti e alle famiglie che hanno seguito l’attività e hanno consentito la buona riuscita dell’evento.

Per i quattro comitati regionali coinvolti, alla luce del feedback positivo dato da questo esperimento, c’è motivo di soddisfazione e di ottimismo. È, secondo tutti, un’esperienza da ripetere. E l’auspicio è che, come ha dichiarato il presidente del comitato regionale Toscana Aldo Peronaci, “unendo le forze, in futuro tutti insieme si riesca a dare sempre più strumenti di crescita ai nostri atleti, il patrimonio più grande su cui si deve investire”.

di Kevin Senatore