Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Michele Pomponi sul monte per il Parma: tra i 7 che partecipano allo Showcase è quella che più ha giocato nella IBL 2016 (Duck Foto Press)

E' il momento del College Showcase MLB

Sono 7 i giocatori italiani che partecipano al College Showcase organizzato negli Stati Uniti dal settore Baseball Operations della MLB (Major League Baseball). Si tratta dei lanciatori Diego Fabiani (nato nel 1997, cresciuto a Cervignano del Friuli, nel 2016 a Padova nella Italian Baseball League-IBL), Michele Pomponi (1998, Oltretorrente Parma, nel 2016 al Parma nella IBL), Maurizio Andretta (1998, Rams Viterbo), Stefano Censi (1999, Parma); del ricevitore Elia Marinig (1998, Europa Bagnaria Arsa, nel 2016 a Ronchi dei Legionari in A); dell'interno Leonardo Seminati (1999, San Martino Junior, gioca nello Junior Parma) e dell'esterno di origine slovena Bor Starc (1998, gioca nell'Alpina Trieste).

Tutti e 7 i giocatori sono legati all'Accademia di Tirrenia. Fabiani e Marinig sono alumni, mentre frequentano il loro terzo anno Pomponi, Censi, Seminati e Starc e inizia in questo anno accademico il suo percorso Andretta.
Ad accompagnare il gruppo negli Stati Uniti sarà Bill Holmberg, responsabile tecnico dell'Accademia: "Dopo gli australiani, il gruppo italiano è proprio il più numeroso. Secondo il nostro parere, i ragazzi hanno poche occasioni di giocare ad alto livello tra i 18 e i 21 anni. Nella IBL, per motivi assolutamente comprensibili, spesso non si ha la pazienza di aspettare un giovane. Per chi non è ritenuto pronto per una esperienza da professionista, questo Showcase è una grande occasione. Ottenere una borsa di studio in un College americano è certamente una opportunità, sia come giocatore di baseball che per un percorso di studi negli Stati Uniti".
L'esigenza di permettere a questi talenti di misurarsi ad alto livello è largamente condivisa: "Il Presidente Fraccari tramite la WBSC (World Baseball Softball Confederation) è molto attento a questo e la MLB, come detto, ci è vicina. Pensiamo sia davvero la strada giusta".

Il gruppo partirà alla volta degli Stati Uniti mercoledì 5 ottobre. La prima tappa sarà l'Università di Memphis (Tennessee), dove si disputeranno le prime 3 partite. Poi la selezione volerà a Phoenix (Arizona) per un torneo che inizia martedì 11 e vede come spettatori interessati circa 250 rappresentanti dei College.
In totale i giocatori avranno 9 partite a disposizione per impressionare i recruiter delle varie Università.

Nei giorni scorsi vi abbiamo presentato altre 2 iniziative del genere, curate però da privati:

Ci sono 11 italiani all'International Stars Showcase in Arizona

Il sogno americano di Zidda, Zotti, Ceppari e De Iacobis