Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Epifano gira il doppio gioco mentre Moritz Hackl scivola (EzR/NADOC)
Nazionali Baseball

Missione Austria compiuta: l’Italia vince 10-1 e resta a punteggio pieno

Percorso netto confermato anche nel terzo impegno dell’Europeo di Bonn per l’Italia di Gilberto Gerali, che supera senza soffrire e senza strafare l’Austria per 10-1, battendo lo stesso numero di valide, 8, ma potendo contare su di una ‘potenza di fuoco’ decisamente superiore, con i fuoricampo di Maggi, Andreoli e Colabello, e su di un monte di lancio mai seriamente impensierito dalle mazze avversarie.

Il CT azzurro prosegue i suoi test e quella che manda in campo per la terza partita dell’Europeo è una formazione con diverse variazioni nel lineup e in difesa: Drew Maggi torna in terza base, con l’inserimento all’interbase di Epifano, gli esterni sono, da sinistra a destra Koutsoyanopulos, Andreoli e Reginato, mentre è Mineo che si occupa di ricevere i lanci di Andrea Pizziconi.

Dopo 3 veloci out nell’attacco austriaco, il primo battitore azzurro della partita è anche il primo punto, con il solo homer di Drew Maggi, dopo 2 ball del partente Thierry Letouze. Koutsoyanopulos prende la base, Andreoli picchia un doppio verso la recinzione di sinistra e lo manda in terza, pronto a segnare sulla battuta in diamante di Mazzanti dopo il K di Colabello; Reginato riceve 4 ball e Andreoli arriva in terza su palla mancata, ma la linea di Mineo all’esterno destro è preda del guanto di Obed.

L’Austria batte la prima valida con il primo battitore del secondo inning, Salzmann, ma non ottiene altro, mentre sono gli azzurri a segnare ancora nella ripresa, con Vaglio, autore di un singolo, che ruba la seconda, avanza in terza con la volata di Maggi e pesta il piatto su lancio pazzo, per il 3-0.

Ancora 3 veloci eliminazioni per Pizziconi nel terzo, prima che John Andreoli inauguri l’attacco dell’Italia con il fuoricampo al centro del 4-0. Letouze concede ancora 2 basi per ball, ma, dopo la visita, la ripresa si chiude con la volata al centro di Vaglio.20190909 EBC ANDREOLI John ITA (EzR-NADOC)

L’Austria concretizza al quarto tentativo: Obed batte valido a destra, subito imitato da Samuel Hackl; entrambi avanzano su lancio pazzo quindi, dopo il K di Salzmann, Moritz Hackl infila un singolo a sinistra che Maggi tenta senza successo d’intercettare e manda Obed a siglare il 4-1. Alzinger tocca verso Colabello e dà modo alla difesa azzurra di scongiurare ulteriori pericoli con un bel doppio gioco prima-seconda-prima.

Non c’è più Letouze sul monte, ma Paul Astl per affrontare il quarto attacco italiano che inizia col colpito di Epifano, ma non raccoglie poi altro che la base ball di Andreoli.

L’Austria mette pressione nel quinto, con 3 singoli che riempiono le basi quando c’è solo un eliminato e consigliano a Cook di andare a parlarci sopra con Pizziconi. Il risultato sono 2 out consecutivi, con l’infield-fly di Obed e la corta battuta a sinistra di Samuel Hackl ben coperta da Koutsoyanopulos in corsa.

Arriva nel sesto inning il cambio sul monte anche per l’Italia, con Mattia Aldegheri al posto di Pizziconi (1 punto, 7 valide e 3 K in 5.0). Salzmann accoglie il rilievo del Parma Clima con un singolo, subito disinnescato dalla pessima esecuzione del bunt da parte di Moritz Hackl, la cui palla è raccolta al volo da Vaglio, che poi gira a Colabello per il doppio gioco che pesca anche Salzmann fuori base.

Gli Azzurri vanno a punto 2 volte nel sesto con una sola valida: con 1 fuori, Epifano ‘cammina’ e poi ruba la seconda; Maggi batte a sinistra e il compagno va in terza, da dove segna su lancio pazzo mentre Koutsoyanopulos riceve a sua volta 4 ball. Anche l’esterno azzurro ruba quindi, sul singolo di Andreoli (3 su 3 a questo punto), segna il 6-1.

Dopo una parte alta del settimo perfetta per Aldegheri, l’attacco azzurro registra solo il doppio di Reginato, mentre l’ottavo si apre con una nuova batteria azzurra: Filippo Crepaldi sul monte e Beau Maggi dietro il piatto, che collezionano velocemente 3 out.

Astl riempie i sacchetti con il colpito di Epifano e le basi ball di Maggi e Koutsoyanopulos, poi Chris Colabello li svuota con un fuoricampo che rintocca contro il palo dell’illuminazione all’esterno destro. Il grande slam fissa il 10-1, perfettamente congelato da Yomel Rivera con un nono inning impeccabile, concluso con i 2 strikeout guardati di Alzinger e Zimmerle.

Domani alle 15 l'incontro-chiave della prima fase contro la Spagna, ancora sul campo principale di Bonn.

IL TABELLINO

PHOTOGALLERY

TUTTO SULL’EUROPEO

da Bonn (Germania), Marco Landi