Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Epifano con la casacca azzurro in una foto di archivio

L'Italia concede il bis contro la Spagna

Nella terza sfida della serie amichevole che celebra i 75 anni dalla fondazione della Federazione iberica, che ha visto ancora una volta gli attacchi protagonisti a danno dei lanciatori, gli azzurri di Gerali partono forte, mettono nel carniere un buon vantaggio e poi rispondono colpo su colpo ai tentativi di rimonta della Spagna portando a casa la seconda vittoria in terra ispanica (13-8 sulla distanza delle 8 riprese).

Sul diamante di Sant Boi l'Italia inizia con il piede giusto e porta subito a punto il suo leadoff Koutsoyanopulos con un singolo di Maggi e la gentile collaborazione di una difesa spagnola già fallosa alla prima ripresa, 2 errori. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e contro i lanci di Andrea Pizziconi la Spagna riempe le basi e sigla il pareggio sulla valida di Monzon ma non capitalizza al massimo la situazione perché la difesa azzurra chiude poi un doppio gioco su Montiel. A questo punto il nove di Gerali piazza due affondi determinanti per l'andamento della partita contro la vecchia conoscenza Ricardo Hernandez che se al primo inning aveva pagato gli errori dei campagni, alla seconda e terza ripresa viene toccato duro dalle mazze azzurre. Con Koutsoyanopulos ed Epifano in base, Colabello spara un fuoricampo a destra che regala 3 punti all'Italia (4-1), poi nell'attacco successivo tocca ad Epifano "cacciarla fuori" per un altro homer da 3 che arriva subito dopo il punto siglato sul singolo di Ferrini (8-2).

Per la Spagna è un doppio colpo che fa male nonostante il punto siglato al secondo inning e dal quale ci mette un paio di riprese prima di riuscire a reagire. Risposta che arriva nella parte bassa del quinto contro il rilievo azzurro Justin Cicatello, subentrato a Valerio Simone che risulterà il vincente, a cui la difesa non dà una mano. L'Italia infatti chiude l'inning con 3 errori sul tabellino che, insieme al singolo di Montiel ed il doppio di Rodriguez, valgono il 5-8.

Una scossa che risveglia di nuovo le mazze dell'Italia che, ancora trascinate dai fuoricampo, rimettono a distanza gli iberici: al sesto è Poma, entrato come pinch hitter, a firmare il terzo homer della giornata (10-5), poi al settimo è la volta di Giordani che butta la palla oltre la recinzione a sinistra per altri 2 punti (12-6). Nella parte bassa del settimo il doppio di Valerio vale 2 punti spagnoli (8-12), ma si tratta dell'ultimo acuto delle furie rosse. Non basta per completare la rimonta anche perché gli azzurri nell'ottavo attacco, l'ultimo giocato, trovano il definitvo 13-8 su lancio pazzo mentre la Spagna viene lasciata al palo dai lanci di Johnson.

Domani ultima partita delle serie con appuntamento alle ore 11 sempre sul diamante di Sant Boi.

IL TABELLINO

TUTTO SULL’EVENTO

di Fabio Ferrini