Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

NPB Playoff: Golden Eagles e Tigers avanti dopo due rimonte

Iniziano col botto i playoff di Nippon Professional Baseball. Nelle prime due gare del First Stage a vincere, in rimonta, sono le formazioni ospiti: in Pacific League i Tohoku Rakuten Golden Eagles sorprendono i Fukuoka SoftBank Hawks, mentre in Central League gli Hanshin Tigers segnano sette punti nelle ultime riprese e gelano gli Yokohama DeNa Baystars.

La sfida tra Hawks e Eagles, presentata come un importante duello tra Kodai Senga e Takahiro Norimoto, regala spazi ai due attacchi fin da subito – specialmente via fuoricampo. Nel primo inning Asamura sblocca immediatamente il punteggio, ma sul monte di lancio per la formazione di Sendai Norimoto non inizia con il piede giusto, permettendo agli Hawks di portarsi sul 3-1 con gli home run firmati Imamiya e Uchikawa. Da quel momento però il pitching staff dei Golden Eagles si dimostra intoccabile e l'attacco riporta la squadra in partita, con Senga che subirà quattro fuoricampo a fine partita. Il nippo-nigeriano Okoye riporta sotto la squadra, mentre il pareggio viene firmato nel quinto inning dal secondo home run di giornata dell'ex Lions Asamura.
Una volta riportata la partita in parità il pallino del gioco passa definitivamente in mano a Tohoku, che nel settimo inning trova il 4-3 con l'ennesimo fuoricampo della propria partita, questa volta siglato da Mogi. Nell'ultima ripresa a mettere la ciliegina sulla torta è nuovamente Asamura, questa volta con un doppio che spinge a casa il leadoff Shimauchi, prima della tranquilla salvezza di Matsui che fissa il punteggio sul 5-3 finale.

Ancor più incredibile la sfida in Central League, dove i Tigers confermano la grande rimonta che li ha portati in postseason ribaltando anche Gara 1 contro i Baystars dal 7-1 del sesto inning fino al 7-8 finale. Non basta quindi l'avvio sprint di Yokohama, che diventa la prima squadra nella storia della postseason a battere valido con i primi cinque giocatori del lineup, compreso il fuoricampo da tre punti di Tsutsugoh. Hanshin prova a rientrare in partita con la volata di sacrificio di Umeno nel quarto inning, ma una ripresa più tardi il cuore del lineup dei Baystars batte altre cinque valide, segnando ulteriori quattro punti con gli RBI di Tsutsugoh, Soto e Shibata.
L'incontro sembra avviarsi verso un lento finale, invece le brutte prestazioni dei rilievi gaijin Barrios ed Escobar, sommate alla rinascita del lineup Tigers guidato dai cinque RBI di Hojo e i due di Kinami, regalano alla squadra del Kansai un'insperata rimonta – la più larga nella storia dei playoff in Giappone.

Domani mattina si replica, con Golden Eagles e Tigers che - in caso di vittoria - otterrebbero il pass per il Final Stage.