Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Altri

Playoff al via anche in Giappone

Tempo di playoff anche in Nippon Professional Baseball, dove è aperta la caccia ai campioni in carica dei Fukuoka SoftBank Hawks – vincitori di quattro delle ultime cinque Japan Series. Gli Hawks a caccia del titolo “della stella” dovranno però partire dal primo turno di playoff, in quanto per il secondo anno consecutivo i Saitama Seibu Lions hanno chiuso in vetta la Pacific League.

Il sistema di playoff in Giappone, adottato nel 2004 in Pacific League (per regolamento e storia simile all'American League) e nel 2006 in Central League (corrispettivo invece della National League), prevede che la seconda e la terza classificata si scontrino in una serie al meglio delle tre partite – detto First Stage – tutta in casa della compagine meglio piazzata. Chi vince ha poi la possibilità di sfidare nel Final Stage al meglio delle cinque partite la squadra che ha chiuso a fine Regular Season in testa nella propria Lega, che anche in questo caso avrà il vantaggio di giocare sempre tra le mura amiche. I primi due turni sono conosciuti come Climax Series, per differenziarli dell'ultimo palcoscenico, la Japan Series, al meglio delle sette partite (2-3-2), che sancirà la squadra vincitrice della 70a edizione del campionato del Sol Levante.

In Central League gli Yomiuri Giants (77-64-2), la squadra più vincente del campionato con ben 22 titoli all'attivo, hanno confermato durante la stagione il loro status di favoriti, accresciuto con l'arrivo della stella dei Samurai Yoshihiro Maru, controllando senza mai realmente rischiare il bye al primo turno di playoff. Per conoscere il nome del loro avversario dovranno attendere la serie al Yokohama Stadium tra Yokohama DeNa Baystars (71-69-3) e gli acerrimi rivali Hanshin Tigers (69-68-6): i primi sotto l'ala del manager Alex Ramirez sono un gruppo più rodato, con nomi noti al grande pubblico come Shota Imanaga e Yoshitomo Tsutsugoh, oltre all'ex-Reds Neftali Soto (84 HR in due stagioni). Dall'altra parte però i Tigers hanno ritrovato la postseason nella maniera più rocambolesca possibile: con 8 vittorie nelle ultime 9 e il contemporaneo crollo dei più quotati Hiroshima Carp (1 successo nelle ultime 6 giocate) la compagine del Kansai ha effettuato un clamoroso sorpasso. Gli scontri diretti stagionali sorridono ad Hanshin (16-8-1), che arriva a questo appuntamento con il peggior attacco in termini di punti segnati (538) ma la miglior media ERA in Central League (3.46): proprio il monte di lancio è stata l'arma segreta del manager rookie Yano; negli ultimi 52 inning di stagione i Tigers hanno subito solamente un punto.

Discorso diverso per la Pacific League, dove per il secondo anno consecutivo i Saitama Seibu Lions (80-62-1) chiudono in testa nonostante i diversi addii pesanti in offseason ed il peggior monte di lancio in termini statistici, ma grazie ad un attacco straordinario con 756 punti segnati e tre giocatori sopra i 100 RBI, oltre al leader di valide Shogo Akiyama (179) che potrebbe lasciare la squadra a fine anno per tentare la carriera negli Stati Uniti.
Ancora una volta la corsa dei Fukuoka SoftBank Hawks (76-62-5)dovrà dunque partire dal primo turno, in cui al Fukuoka Yahoku Dome ospiteranno i Tohoku Rakuten Golden Eagles (71-68-4) in una sfida che promette spettacolo soprattutto sul monte di lancio: gli Hawks potranno contare su Kodai Senga che quest'anno si è confermato il miglior lanciatore della Pacific League (con tanto di no-hitter), mentre i Golden Eagles arrivano alla postseason con il trio di starter Norimoto-Kishi-Mima tutti fuori dall'infermeria ed il closer Matsui capace di ottenere 38 salvezze e 107 strikeout in 69.2 inning. Gli attacchi hanno ottenuto la medesima media battuta di squadra (.251) ed entrambi ricercano meticolosamente il fuoricampo come principale via per segnare. Anche se il pronostico pende dalla parte di Fukuoka la realtà dei fatti è che potrebbe rivelarsi una sfida molto più combattuta – come testimonia il record di 13-12 in favore, per poco, degli Hawks in stagione regolare.

Il First Stage avrà luogo tra il 5 e il 7 ottobre, mentre dal 10 al 14 ottobre sarà tempo per il Final Stage. Nel corso di una serie, ad eccezione della Japan Series, non sono previsti day-off, mentre vige la stessa regola della Regular Season sul pareggio: se una partita arriva in parità al termine del dodicesimo inning essa viene dichiarata conclusa come pareggio e dunque, se necessaria, verrà giocata una partita in più. Il regolamento dovrebbe essere il medesimo anche per la Japan Series (in passato era consuetudine giocare fino al 15° inning), ma sarà confermato solo dopo il manager's meeting precedente all'inizio della serie finale, dove i dettagli regolamentari da utilizzare vengono discussi tra i due manager.

di Nicolò Gatti