Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
News

L'Unipol s'impone a Parma con un big inning; T&A e Nettuno fanno bis; la Palfinger pareggia la serie a Ronchi

L'Unipol vince la 21esima partita stagionale in trasferta a Parma (9-3) al termine di un incontro dai due volti.
Parma passa in vantaggio all'inizio e spreca molte opportunità per allungare, la partita gira al quinto inning quando il monte di lancio cede e Bologna segna 6 punti, un gap che i padroni di casa non riescono più a colmare, nonostante altre occasioni buone per recuperare lo svantaggio, alla fine la squadra di Munoz conta ben 14 rimasti in base, probabilmente la chiave di volta dell'incontro.

IL TABELLINO    LEGGI TUTTO

 

La T&A San Marino espugna il Casadio di Godo 3-0 in una serata in cui il monte di lancio di entrambe le contendenti prevale sugli attacchi. Alla fine le valide sono 4 per parte e a fare la differenza sono gli errori difensivi che i Cavalieri commettono nei momenti chiave della partita. Da addebitare ai pitcher goti è soltanto uno dei punti segnati dagli ospiti, contro Casalini, mentre il partente Ribeiro, dolorante a una mano, aveva fatto pienamente il proprio dovere; la vittoria va a Tiago Da Silva, mentre sul fronte offensivo, in una serata di tale penuria di valide, corre l’obbligo di segnalare il 2 su 4 di Pantaleoni, per i titani, e il 2 su 3 di Caradonna per i Knights.

IL TABELLINO

 

Erik Epifano si produce in uno show personale che illumina la seconda sfida fra Palfinger Reggio Emilia e Black Panthers Ronchi (foto di copertina di Mauro Nardella) e trascina gli ospiti a impattare la serie: l’interbase reggiano chiude la gara a 3 su 3 in attacco, con un fuoricampo, 3 punti battuti a casa, 2 basi ball e 3 basi rubate. La partita era iniziata con un botta e risposta fra le due formazioni, che avevano segnato 1 punto a testa in ciascuno dei primi 2 inning. Poi una serie di ‘0’ fino al sesto, nel quale, sceso dal monte giuliano Petralia per Gheno, l’attacco emiliano produce i 3 punti che orientano decisamente la gara, visto che i padroni di casa, pur battendo di più, sono solo in grado di segnare 1 ultimo punto al nono, mentre Reggio va sul tabellone ancora al settimo e al nono e si aggiudica meritatamente la partita 8-3.

IL TABELLINO

 

Nettuno parte forte nel secondo impegno a Novara e già nel primo inning segna 3 volte anche grazie al fuoricampo da 2 di Ben Harrison e si porta avanti 4-0 prima che i padroni di casa, sfruttando un momento di difficoltà di De Santis, riescano a dimezzare il distacco. Ma è un fuoco di paglia: i laziali sono in una vena offensiva eclatante: Ambrosino realizza addirittura due fuoricampo consecutivi fra sesto e ottavo, e anche Sgnaolin, nell’ottavo, picchia la palla oltre la recinzione; Fondin si esibisce in un 4 su 5 con 4 punti battuti a casa. Alla fine, in una girandola di sostituzioni difensive, l’attacco piemontese dà il via ad un tentativo di recupero che costringe Bagialemani a schierare sul monte Renato Imperiali per chiudere la gara sul 6-12.

IL TABELLINO