Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Nazionali Baseball

Smaltita la delusione per l'eliminazione di ieri per mano dell'Italia di Roberto De Franceschi, l'Olanda torna in campo alle 10 del mattino sul luogo dove si è consumata la prima sconfitta del loro Europeo, lo "Steno Borghese", e si riscatta sconfiggendo la Repubblica Ceca con il risultato di 3-0, che serve a garantire ai tulipani una posizione ai piedi del podio. Protagonista della giornata sono stati i rispettivi monti di lancio che hanno concesso soltanto un totale di otto valide. Giocatore più performante è stato Mees Robberse, capace di battere a casa due punti in un quarto inning che, precedentemente, ha visto la squadra olandese segnare un punto su strikeout-wild pitch di Nicolas O'Rourke. Nella parte alta del settimo, poi, Robberse è stato chiamato a lanciare dopo che Herbold aveva messo in base due corridori con un out. Robberse riempie le basi incassando un bunt da Chvatal, ma poi salva i suoi inducendo il pinch-hitter Matyas Nemcansky ad un doppio gioco che pone fine all'incontro.

TABELLINO

La Russia non ci va troppo per il sottile e sconfigge l'Austria con un roboante 10-0 nella loro ultima partita del Campionato Europeo U15, valida per decidere le posizioni di rincalzo immediatamente dietro l'Olanda e le finaliste Italia e Germania. All'"Enzo Castrì" in campo si vede solamente la formazione russa, che ha strapazzato quella austriaca con la bella prestazione del partente Enrike Sevilya e le prestazioni in battuta di Danila Gorchakov e di Ivan Solomakhin, che valgono al team di Nikolai Gervasov una vittoria per manifesta superiorità al quinto inning, dove arrivano un totale di cinque punti.

TABELLINO

Aspettando la finale tra Italia e Germania, la giornata del campionato europeo U15 si conclude con il successo della Francia per 23-3 contro la Slovacchia, grazie a due big inning da 19 punti totali tra quarto e quinto inning. La squadra transalpina ha colpito un totale di 18 valide (un triplo e 5 doppi con Thomas Gras, 4-4 protagonista di 6 RBI e 3 doppi) e subito appena tre dall'attacco slovacco,

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

PHOTOGALLERY

L'Italia ritrova sé stessa e sconfigge l'Olanda in semifinale

Europeo U15: è la Germania la prima finalista

All'Olanda il primo posto del girone B, la Germania strapazza la Francia

Una questione di cuore: l'Italia si arrende alla Russia, ma conquista la semifinale con una 'rimonta' in extremis

Europeo U15: Paesi Bassi e Repubblica Ceca festeggiano due 'manifeste', la Francia trova il primo successo

All'Italia non basta un finale incandescente: a vincere è la Germania

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

dalle società

Il 17 luglio, sul campo di baseball “G. Massini” di Viterbo, si è svolto un importante Clinic di baseball organizzato dalla FIBS in collaborazione con la IABF (Italian American Baseball Foundation). Il Clinic, rivolto essenzialmente agli atleti partecipanti ai campionati giovanili, dai 12 ai 18 anni di età, è stato effettuato dagli istruttori italo-americani Mark Cardillo e dall’ex giocatore, e stella della MLB, Mike Pagliarulo. A fare gli onori di casa per la Rams Baseball Club Viterbo c’erano il vicepresidente Franco Scomparin e i membri del Consiglio Direttivo, Francesco Ciccarella e Cinzia Petrocelli. Per l’amministrazione comunale della città era presente il consigliere comunale Stefano Caporossi, presidente e responsabile della IV Commissione Consigliare (Servizi sociali e culturali, Sport, Turismo e spettacolo, ecc.). Hanno partecipato, con vivissimo entusiasmo, una quarantina di giovani atleti di Viterbo e Montefiascone che, dalle 16,00 alle 19,00, si sono messi a disposizione degli istruttori e si sono impegnati al massimo per seguire i loro consigli tecnici. Un vero spettacolo vedere tecnici e giovani atleti di Viterbo e Montefiascone, acerrimi rivali nelle partite, lavorare fianco a fianco sul campo condividendo lo stesso amore, anzi, la stessa passione per il gioco del baseball. Al termine della manifestazione, gli istruttori italo-americani hanno espresso a tutti i convenuti i loro complimenti e i più vivi sentimenti di plauso e commozione per l’accoglienza e la partecipazione all’evento, augurandosi di poter ripetere questa bellissima esperienza anche il prossimo anno.

dalle società

Per giocarsela alla pari contro una super corazzata del calibro dell'attuale Campione d'Italia e d'Esuropa, servono attenzione, malizia, cura maniacale dei dettagli e soprattutto un pizzico di follia.

All'Autovia Castenaso non è mancato davvero nulla nella serata di ieri sera. Il manager Marco Nanni, coadiuvato da un Aliangel Lopez in versione "top della forma", riescono nell'impresa di imbrigliare la capolista sino al sesto inning, trovando anche una valida con Alfinito, senza tuttavia riuscire a sbloccare il match. Nella parte bassa della sesta ripresa la Fortitudo riesce a passare con Ferrini, che capitalizza la quarta valida del match dei locali per portare la compagine del manager Frignani in vantaggio. Lopez, partita sontuosa la sua, abbandona il monte di lancio con sole quattro valide subite, due basi su ball, un punto e dieci strikeout in sei riprese. L'ingresso di Perakslis per Rivero permette alla Fortitudo di mantenere le mazze di Castenaso sempre a bada, mentre in attacco, la F trova il momentaneo 5-0 con l'homer di Fuzzi ed il doppio di un ottimo Ferrini. I primi punti per gli ospiti arrivano nella parte alta del nono inning con i punti di Loardi e Molina contro il terzo lanciatore fortitudino Gouvea per il definitivo 5-2 una gara piacevole, veloce e spettacolare.

Questa sera, con primo lancio alle ore 20.30 a "Teseo Bondi", il re match. Una gara tutta da vivere con i riflettori puntati sui lanciatori italiani

dalle società

Inizia bene il weekend per il San Marino Baseball, che con Godo domina dall’inizio alla fine e in cinque inning produce i 12 punti sufficienti alla “manifesta” del settimo. Nel 12-1 conclusivo il vincente è Quevedo (perdente Hernandez), mentre per quanto riguarda il box di battuta nota di merito per un grandissimo Simone Albanese, autore di un grande slam al 4° inning che ha definitivamente lanciato i Titani verso il successo. Per San Marino fuoricampo anche di Celli e Flores (3/3, a un triplo dal cycle), due solo-homer arrivati alla prima e alla terza ripresa.

INIZIO A TUTTO GAS. Si comincia e l’1-0 a tabellone viene scritto proprio dopo pochi minuti da Celli, che dopo le eliminazioni di Giordani e Rondon la butta fuori dalle recinzioni dell’impianto di Serravalle per il vantaggio al primo inning. Quevedo viene toccato da tre singoli al 2°, ma se la cava senza subire punti e permette dunque all’attacco di allungare nella parte bassa della stessa ripresa: Epifano viene passato in base, Avagnina colpisce un singolo e Giordani tocca la valida del 2-0. Al 3° Bucchi è out a casa base e Godo rimane a zero, mentre i Titani allungano in maniera decisa con altri tre punti: solo-homer di Flores, singolo da 1pbc di Albanese ed errore della difesa che fa entrare il 5-0.

IL GRANDE SLAM DI ALBANESE CHIUDE LA PARTITA. Al 4° si comincia con Rondon out (K), a Celli viene concessa una base ball, Flores tocca un singolo ed Epifano pure

(6-0). Avagnina raggiunge i compagni in base dopo uno strike-out con lancio pazzo e dopo di lui c’è il capitano, Simone Albanese. La storia, già raccontata, è di quelle col lieto fine: fuoricampo da quattro punti, grande slam e San Marino avanti 10-0. Al 5° un singolo di Luca Servidei dopo le basi ball di Quevedo a Giacomo Meriggi e Galli significa 1-10, ma il margine per la manifesta viene riguadagnato dai Titani nella parte bassa proprio della quinta ripresa. Su Sabbadini, rilievo di Hernandez, ecco singolo di Giordani, errore della difesa su Rondon, base ball guadagnata da Celli, base a Flores per il punto automatico dell’11-1 e rimbalzante di Reginato per il 12-1. Il punteggio non si muove più, vince San Marino.

dalle società

UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna e Autovia Castenaso hanno dato vita a un derby equilibrato, giocato questa sera al Gianni Falchi e concluso con l'affermazione dei biancoblu con il risultato di 5 a 2. Il punteggio è maturato nella seconda metà dell'incontro, con il vantaggio battuto dal singolo di John Polonius al sesto inning, due altre segnature ottenute al settimo, per il fuoricampo di Francesco Fuzzi (2 su 4) e il doppio di Leonardo Ferrini (2 su 3) e altrettante ottenute all'ottavo, su lancio pazzo e battuta in scelta difesa dello stesso Fuzzi. Eccellente prova dei lanciatori bolognesi, con Raul Rivero a ottenere 7 eliminazioni al piatto a fronte di una sola valida subita in 5 inning, sostituito da Stephen Perakslis (2 K in un inning), che ha conquistato il suo primo successo personale all'esordio in campionato. Antonio Noguera (1.2 IP, 1 H, 1 SO) non ha fatto rimpiangere chi lo ha preceduto e Murilo Gouveaha chiuso con l'ennesima salvezza, nonostante qualche sbavatura e concedendo agli ospiti due punti al nono inning. Pregevole anche la prestazione del partente del Castenaso, Aliangel Lopez (6 IP, 4 H, 2 BB, 10 K, 1 ER) nonostante la sconfitta.

La squadra bolognese ha tenuto a riposo precauzionale due dei giocatori più rappresentativi: Osman Marval e Alessandro Vaglio. Il bomber venezuelano, come preannunciato alla vigilia, è alle prese con un piccolo acciacco fisico, mentre il per il capitano, una indisposizione gli ha fatto saltare la prima partita in campionato da quando veste la casacca biancoblu. Dal 2012 è stato presente per 327 gare consecutive, fra regular season, playoff e italian baseball series, solo in un'occasione subentrando nel corso del match. Oltretutto,anche nella stagione precedente al suo arrivo a Bologna, giocando per il Grosseto, aveva disputato tutte le 42 gare di regular season (la squadra non si classificò alla post season). Una “mini rivoluzione” dunque in diamante, disposto con Paz a ricevere i lanci di Rivero, Grimaudo in prima base, Ferrini in seconda, Fuzzi in terza e Polonius interbase; Leonora, Dobboletta e Nosti agli esterni e Russo battitore designato.

Gli attacchi vittime di un serrato “pitching duel” fra Rivero e Lopez, durato cinque riprese, sino all'uscita di scena del partente biancoblu, sostituito da Perakslis. E' il Castenaso a battere la prima valida dell'incontro, con il singolo di Alfinito al terzo inning, ma Dreni vanifica battendo in doppio gioco. Bologna apre il quarto inning con il singolo di Nosti, che avanza sul sacrificio di Ferrini e arriva in terza sull'out di Polonius. Dopo la base intenzionale a Leonora (che avanza su rubata), Paz prova a bucare la difesa ospite con una volata corta, raccolta non senza difficoltà da Loardi. E' l'unico vero pericolo costruito nella prima metà del match. Sono le prove per il vantaggio UnipolSai, che si concretizza al sesto inning. Apre ancora Nosti, che stavolta è out al volo, segue Ferrini che batte su Alfinito, che non riesce ad assistere in tempo sulla corsa dello stesso Ferrini, che ottiene così un importante singolo interno e successivamente ruba la seconda, sfruttando anche un'incertezza della difesa e va a punto sulla secca valida a sinistra di Polonius. Sul tiro a casa base, Polonius arriva fino in seconda, segue una base intenzionale a Leonora e un successivo lancio pazzo, che fa avanzare entrambi i corridori in posizione punto. Paz e Russo non ne approfittano e Castenaso rimane comunque in partita.

Al settimo inning la Fortitudo cambia di nuovo sul monte, inserendo Noguera, subito battezzato dal “singolo dell'ex” ad opera di Infante, un pop che scavalca la prima base e cade in campo buono. Loardi mostra il bunt, ma fallisce l'esecuzione e sul successivo strikeout c'è anche il colto rubando su Infante, un duro colpo alle speranze degli ospiti. Al cambio di campo, dopo il “seventh inning stretch”, intonato dallo storico speaker del Falchi, Roberto “Rupert” Caramelli, accompagnato dalla Bononia Sound Machine, ecco a lanciare Miliani per l'ottimo Lopez. Ad accoglierlo un fuoricampo “solo homer” di Fuzzi, che porta il punteggio su un più rassicurante 2 a 0. Un lungo doppio di Leo Ferrini manda a punto anche Grimaudo (base per ball) e mette in cassaforte il risultato. Come sempre i biancoblu deliziano con pregevoli giocate difensive, come quella di Polonius all'ottavo inning, che nega una sicura valida a Molina. Con due out sul tabellone, entra in partita Gouvea a rilevare Noguera, ma il suo approccio non è ottimale, perché concede base a Sabbatani e una valida a sinistra di Venturi, che manda il compagno in terza e per la prima volta in partita un corridore ospite in posizione punto. Il closer comunque chiude eliminando al piatto Alfinito. Nella parte bassa, con Rodriguez nuovo pitcher per l'Autovia, apre Leonora con un singolo a sinistra, arrivando in seconda su errore difensivo, poi in terza su una successiva rubata. Paz guadagna un passaggio gratuito e ruba la seconda sullo strikeout di Russo. Con un lancio pazzo segna Leonora e avanza Paz. Base ball a Dobboletra e sulla battuta in scelta difesa di Fuzzi entra anche il 5 a 0, complice un mancato doppio gioco della difesa del Castenaso. Un triplo al centro di Dreni apre il nono attacco ospite. Segue una base ball a Infante e un singolo al centro di Loardi che batte il primo punto dell'Autovia. C'è lo strikeout di Ambrosino. I due corridori in base avanzano su lancio pazzo, poi sull'out di Molina entra il 5 a 2, segnato da Infante. Sullo strikeout di Peraza si conclude l'incontro.

dalle società

Si è fermata quasi certamente con il derby la corsa del Belvedere ai play-off, così come del resto era stata messa in seria discussione nel girone d'andata dalla sfida con i cugini. Verdetto finale impietoso, quattro sconfitte in altrettante gare (e 31 attacchi su 36 chiusi senza segnare punti) contro i cugini dello Junior Rimini, che con l'occasione hanno anche festeggiato la matematica dei play-off ai quali accederanno quasi certamente da prima della classe.

Uno Junior Rimini che per l'occasione ha sfoggiato un "restyling" Amarcord, schierando oltre all'impareggiabile Bertagnon (5/8 nelle due partite, curiosità nota a pochi è che quest'inverno era ad un passo dal vestire la casacca Belvedere) anche Riccardo Babini (2/6), ma soprattutto - udite udite - ha riassaggiato il campo Andrea Evangelisti, che tanto per gradire ha battuto valida nel suo primo turno alla battuta (1/2). Si parla di tre giocatori che collettivamente hanno vinto 9 scudetti. Dall'altra parte il Belvedere, proprio come nel girone d'andata, ha sofferto notevolmente il monte di lancio avversario. Shutout nella prima partita confezionato da Tognacci, Brenda e Baggio Morano, a secco fino al settimo anche in "garadue". Nell'ultimo terzo della seconda partita i biancazzurri hanno avuto il merito di riaprire il discorso fino a rischiare di vincere con un'incredibile rimonta che avrebbe tenuta accesa la speranza del secondo posto, ma la partita è finita con il punto del pareggio in seconda e quello del sorpasso in prima.

La prima partita è apparsa segnata sin dall'inizio, pur non concedendo valide Muccini faticava a trovare il controllo e 4 basi ball costavano uno svantaggio difficile da colmare (0-4 al terzo inning), anche perchè Tognacci (6 rl, 4 bvc, 3 bb, 5 so, 0 pgl) concedeva briciole. Lo Junior riusciva così ad allargare il vantaggio toccando regolarmente anche Paolo Gabrielli e Biondi, per un 9-0 finale che non lascia adito a recriminazioni.

Diversa, almeno in parte, "garadue". Bellettini regge bene sul monte del Belvedere, concede valide ben diluite (5.1 rl, 10 bvc, 1 bb, 3 so, 3 pgl), ma un paio di errori difensivi e la perdurante sterilità offensiva fanno sì che al settimo la partita sembri già decisa, 5-0 per lo Junior. E' un singolo di Canini a suonare la sveglia spingendo a casa Moretti (1-5), pare un grido nel deserto, perché la partita scivola rapidamente verso la fine. Al nono invece il Belvedere ci prova davvero, una valida (Salvoni), una base e un colpito e le valide sono piene. Lucena batte una volata ed è il primo eliminato, ma sull'azione c'è l'errore che vale il 5-2, poi una volata di sacrificio di Giulianelli spinge a casa il 5-3 e il singolo di Rossi riapre i giochi sul 5-4. Albini si prende la base per ball, ma l'ultima battuta di Luca Gabrielli non porta l'esito sperato, è ancora lo Junior a festeggiare.

Qualche numero significativo: per il Belvedere 15 valide ma appena 4 punti in due partite, 23 uomini lasciati sulle basi (13 in garadue). Bene nel box Rossi (3/6), Luca Gabrielli e Lorenzo Salvoni (entrambi 3/8).

Ora, nonostante i mezzi passi falsi di Fano e Porto Sant'Elpidio, rimane solo la speranza matematica, che richiede un percorso netto (a partire dallo scontro diretto di sabato a San Marino con il Porto Sant'Elpidio, ore 15.30 e 20.30) e due sconfitte del Fano nelle ultime 5 partite, quest'ultimo esito piuttosto improbabile dato che i marchigiani chiuderanno la stagione regolare sul diamante amico con il fanalino di coda

Potenza Picena e contro il Cupramontana. Provare non costa comunque nulla, in una stagione che sta comunque facendo emergere giovani di talento assoluto valorizzati dall'esperienza nella serie cadetta.

dalle società

Si è concluso Domenica 14 Luglio il “28.mo Meeting d’estate – 14.mo Memorial Augusto Carestia” ( amato giocatore delle Pantere Baseball mancato prematuramente). 
Le squadre partecipanti sono state sei: oltre a due fomazioni delle giovani Pantere, hanno partecipato gli Staranzano Ducks, Ravenna, Accademy Nettuno e Montegranaro
Durante il torneo, centocinquanta ospiti tra atleti ed accompagnatori hanno vissuto  tra il centro storico e l'impianto sportivo a San Girio, seguiti dalla rinomata ospitalità della società di casa, Le Pantere. Il torneo è uno dei pochi eventi nazionali, riservato alla categoria "ragazzi", a svolgersi nelle Marche, e vive grazie al grande lavoro della società potentina, del Comune e delle tante aziende locali che contribuiscono a questa manifestazione sportiva di primo ordine. Per questa sua caratteristica sportiva, oltre all’amministrazione comunale, il Meeting gode del patrocinio della Regione e della Provincia di Macerata. 
Sono stati 4 giorni bellissimi e intensi, che hanno visto i ragazzi sfidarsi in campo ma anche fraternizzare. Gli ospiti provenienti da tutta Italia hanno avuto modo di scoprire la nostra città ed altre bellezze marchigiane, e la società potentina ha portato venerdì pomeriggio tutte le squadre in visita alle Grotte di Frasassi.


Questa la classifica finale del torneo:
1° Ravenna
2° Accademy Nettuno
3° Pantere Navy
4° Montegranaro
5° Staranzano Ducks
6° Pantere White  

Campionati baseball

Al "Gianni Falchi" il derby tutto emiliano tra UnipolSai Fortitudo Bologna e Autovia Castenaso si rivela più equilibrato del previsto finendo con un 5-2 in favore dei campioni d'Italia e d'Europa che non hanno però trovato punti per cinque riprese intere. Vittoria in scioltezza invece per il San Marino, vincente a Serravalle per manifesta superiorità al settimo inning con il risultato di 12-1 contro il Godo Baseball. A riposo il Parmaclima mentre il Sipro Nettuno Baseball City, sul cui campo questa sera alle 19 è in programma la finale del Campionato Europeo di Baseball U15 tra Germania e Italia, sarà impegnato al "Gaspardis" di Ronchi dei Legionari per un doubleheader contro i Rangers Redipuglia.

Per i primi due inning si vedono solamente rimbalzanti e strikeout. Aliangel Lopez e Raul Rivero (5IP, H, 7K) sono in grande forma e lo dimostrano con prestazioni maiuscole trasformando il testacoda offerto dal calendario di Serie A1 Baseball in una partita equilibrata, combattuta e dall'esito incerto. La prima valida la si vede nella parte alta del terzo ed è un singolo di Simone Alfinito che però il Castenaso non sfrutta a dovere. Raul Rivero infatti chiude le porte, ferma da par suo gli avversari anche nel quarto inning ed attende i primi segnali dall'attacco che sembrano arrivare con il leadoff single di Nick Nosti nel quarto inning. Poi più nulla fino alla parte bassa del sesto (la parte alta l'ha aperta Perakslis, entrato al posto di Rivero) dove i singoli di Ferrini e Polonius rovinano l'ottima prestazione di Aliangel Lopez che tuttavia non crolla e chiude l'incontro con sole quattro valide subite, due basi su ball, un punto e dieci strikeout in sei riprese. Adesso sono i bolognesi ad avere il coltello dalla parte del manico. Il bullpen ferma il Castenaso nel settimo e nell'ottavo, riprese nelle quali invece l'attacco di Frignani segna un totale di quattro punti, due nel settimo e due nell'ottavo, con un solo homer di Fuzzi ed un doppio di Ferrini, e con un lancio pazzo ed un errore di tiro di Simone Alfinito per il provvisorio 5-0, rovinato nella parte alta del nono dagli RBI di Niccolò Loardi e di Rolexis Molina contro Gouvea, mentre Perakslis può festeggiare il suo primo successo nel campionato di A1.

TABELLINO

Senza storia la sfida tra San Marino ed il Godo Baseball, capace di segnare soltanto un punto nel quinto inning, tormentato da un dominante Carlos Quevedo, arrivato su singolo centrale di Luca Servidei e incappato nella serata no del partente Jorge Hernandez vittima di 10 valide (delle quali 3 fuoricampo) nei primi cinque attacchi del San Marino. Ad aprire le danze è stato il caldo Federico Celli (1-2, RBI) nel primo inning con il primo homer di giornata. Nel secondo inning è toccato a Federico Giordani raddoppiare mentre il terzo inning ha visto un solo homer di Flores e due punti segnati approfittando di errori della difesa. Il peggio per il Godo però deve ancora avvenire e puntuale arriva nella parte bassa del quarto, dove i ragazzi di Mario Chiarini si portano sul provvisorio 10-0 grazie ad un singolo di Epifano e ad un grand slam di Simone Albanese (3-4, 5 RBI). Nell'inning seguente gli ultimi due punti del San Marino con un walk a basi piene di Flores (3-3, 2 RBI) ed una battuta di Mattia Reginato finita in scelta difesa.

TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE

LINK AL PLAY-BY-PLAY

Penultimo turno di Serie A1 Baseball: occhi puntati su Sipro Nettuno City e San Marino

Campionati softball

Si avvia alla conclusione la regular season della serie A2 softball, con l'annullamento dei playout le squadre già fuori dalla postseason hanno solo l'obiettivo di finire in bellezza, mentre le quattro capoliste cercano la conferma della matematica per la qualificazione e l'ordine che stabilirà gli incroci delle semifinali.
Nel girone A, complici anticipi e l'esclusione del Liburnia, si giocano solo due serie, il Sacco Legnano fa visita al Jacks Torino domenica 21 a partire dalle 11.00, ed in contemporanea il Crocetta riceve il Suparamonte.

Nel girone B il Macerata va in trasferta  sabato 20 alle 18.00 a Verona contro la Tecnovap, alla stessa ora si giocano Stars Ronchi - Rovigo (senza implicazioni di classifica) e Castionese - Massa/Lucca (ultimo treno per la squadra friulana).

Chiude il programma Cali Roma-Sestese domenica 21 alle ore 11.00 sul campo di Acilia, toscane e marchigiane con due vittorie sono matematicamente ai playoff.

 

RISULTATI CLASSIFICHE E STATISTICHE SERIE A2 SOFTBALL

 

 

 

Nazionali Baseball

Per la prima volta l’Italia mostra la vera versione di sé, ed il risultato è quello che tutti auspicavano e desideravano: gli azzurrini vanno in finale grazie ad un grande successo per 5-3 contro una Olanda completamente dominata da uno straordinario Alessandro Ercolani, protagonista anche in battuta, ed in questo modo ottengono il diritto di partecipare ai Mondiali di baseball in programma nel 2020. Prima però un ultimo sforzo: sabato, alle ore 19, la finale contro l’imbattuta Germania.

Il “pronti via” non è stato dei migliori, ed ha lasciato temere per un inizio sulla falsariga dei precedenti due incontri contro Germania e Russia, dove l’Italia ha sofferto specialmente nelle prime riprese accusando valide ed intoppi difensivi. L’Olanda mette in base i primi due battitori del lineup - il miglior battitore del torneo Mees Robberse ed il secondo in battuta Darnel Collins – con due rimbalzanti che non lasciano scampo agli interni schierati da De Franceschi. Ercolani prova a mettere una toppa con il primo di sette strikeout, ma un successivo lancio pazzo permette ai corridori di avanzare rispettivamente di una base. Evento che si rivelerà fatale, perché, subito dopo un altro bel strikeout sul clean-up hitter Matis Crouwel, l’Italia va sotto incassando i due punti su una rimbalzante centrale colpita da Justin Dambruck, eliminato poco dopo da uno strike in seconda tirato da un Lorenzo Lambertini sempre attento dietro al piatto.Alessandro Ercolani, dominatore sul monte di lancio e protagonista in battuta nella vittoria contro l'Olanda (Carlo Marcoaldi)

Gli azzurrini preoccupano perché non sembrano riuscire a capire le traiettorie di Kaien Oukes, partente orange, mentre Ercolani si fa strada grazie ad una difesa finalmente precisa ed alle sue fastball che creano evidenti grattacapi ai battitori avversari. All’inizio del secondo turno di rotazione del lineup, finalmente si accende la luce anche per le mazze italiane: il quarto inning comincia con una presa al volo di Aguilera su una volata di Bertoldi ma subito dopo, lo “Steno Borghese”, fin qui dominato dai cori di incitamento degli appassionati olandesi, ruggisce grazie ad una battuta di Tommaso Adorni finita ai piedi dell’esterno centro per un triplo che cambia le sorti dell’incontro. Oukes passa in base Spagnolo, poi, nel tentativo di controllare in prima lo stesso Spagnolo, tira la palla nel bullpen in zona di foul, per il primo punto italiano. L’Olanda va nel pallone e lo si capisce da un’altra sbavatura della difesa olandese, con protagonista questa volta il prima base Robberse, che su una battuta interna di Venditti non riesce a tenere contatto con il cuscino, permettendo il pareggio. Il tifo italiano si fa incessante e sempre più rumoroso e questo è solamente d’aiuto alla squadra italiana: Ercolani si presenta in battuta e colpisce una linea potente e tesa nell’esterno centro, sulla quale Collins non può arrivare: Venditti supera la terza e corre a casa per il ribaltone mentre Ercolani punta alla terza dove viene eliminato dal taglio del terza base, una decisione, quella arbitrale, che causa l’irritazione da parte dei coach e del dugout italiano. L’Olanda non reagisce prima del quinto inning dove approfittano di un errore del terza base Bertoldi per andare a segnare nell’unico, vero, inning di difficoltà per Ercolani, dove commette un balk dopo la rubata di Robberse e subisce il pari su una rimbalzante di Collins che scheggia il guanto del seconda base Venditti.

Nonostante l’episodio sfavorevole, Ercolani non sbanda e mantiene il monte con autorità. E di questo, l’Italia non può far altro che giovarne: nel sesto inning gli azzurrini tornano avanti con un lancio pazzo del nuovo entrato van der Schaaf, e nel settimo inning, contro Djordy Franken, è proprio Ercolani a suonare la carica con un singolo nel buco tra prima e seconda base con l’Italia che avanza con un bunt di sacrificio del compagno di batteria Lorenzo Lambertini, e con un altro errore di tiro, questa volta da parte del terza base Mohamed su battuta interna di Laghi, che permette il definitivo 5-3. Nella parte bassa De Franceschi lascia la possibilità del complete game ad Ercolani che, esausto, finisce per concedere una base a Robberse. Sul monte arriva allora Adorni e con lui anche tre out al volo su Collins, Marlin e Crouwel che fanno partire la festa sul monte di lancio.

L’Italia conquista la finale dopo due partite difficili e che hanno avuto il potere di mettere in dubbio un lavoro lungo oltre un anno. Adesso sguardo puntato alla Germania: c’è un sogno da coronare.

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

PHOTOGALLERY

INTERVISTA AD ALESSANDRO ERCOLANI

da Nettuno (RM), Luca Giangrande

Europeo U15: è la Germania la prima finalista

All'Olanda il primo posto del girone B, la Germania strapazza la Francia

Una questione di cuore: l'Italia si arrende alla Russia, ma conquista la semifinale con una 'rimonta' in extremis

Europeo U15: Paesi Bassi e Repubblica Ceca festeggiano due 'manifeste', la Francia trova il primo successo

All'Italia non basta un finale incandescente: a vincere è la Germania

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità  per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Softball

Sono ancora ben vivi nella memoria di molti appassionati i brividi e le nottate trascorse a seguire insieme, riuniti nei locali o nei salotti di casa, il World Baseball Classic.

Quei brividi, anche se in orari diversi, stanno per tornare, perché un altro evento di primo piano per i diamanti azzurri ha trovato una ‘casa televisiva’ di assoluto prestigio.

Grazie alla volontà della Federazione Italiana Baseball Softball e alla disponibilità della WBSC, la Federazione Mondiale, che ne detiene i diritti, di Base Sport, che li gestisce, e Sky Sport Arena logoall’impegno di Sky, infatti, sarà possibile per tutti gli appassionati seguire in diretta le partite dell’Italia al Torneo di Qualificazione Olimpica Softball Europa/Africa, in programma a Utrecht (Olanda) dal 23 al 27 luglio prossimi.

Il canale che ospiterà l’evento sarà Sky Sport Arena (ch 204) e il commento sLo swing di Lisa Birocci (CB/NADOC)arà affidato alla passione e alla competenza di Michele Gallerani, da sempre la ‘voce’ ufficiale del softball italiano, che sarà in diretta dall’impianto olandese della UVV, teatro della manifestazione.

Ogni giorno dall’Olanda contributi originali, interviste e approfondimenti, grazie alla troupe di Sky al seguito della Nazionale neo-campione d’Europa.

Il Presidente della Federazione Italiana Baseball Softball, Andrea Marcon, che si è molto impegnato perché questo accordo vedesse la luce, sarà ospite di Sky Sport 24 (canale 200) lunedì 22 luglio, nell’edizione delle 16:30, per presentare il programma, la Squadra Nazionale e le sue ambizioni al pubblico degli appassionati telespettatori.

Il canale sportivo di Sky sarà anche il veicolo attraverso il quale sarà raccontato, fra una partita e l’altra, il cammino delle Azzurre a Utrecht e il loro sogno olimpico.

Marco Landi

Nazionali Baseball

La prima finalista è la Germania, capace di sconfiggere agevolmente la Repubblica Ceca in una partita conclusa per differenza punti al quinto inning con il risultato di 13-2. La squadra di Georg Bull, campione in carica, ha goduto di due big inning tra secondo e quarto inning sfruttando anche una serie infinita di errori commessi dalla difesa della Repubblica Ceca. La Germania adesso affronterà in finale la vincente della sfida allo "Steno Borghese" tra Paesi Bassi. 

TABELLINO

Dopo aver sfiorato una clamorosa qualificazione alla semifinale, la Russia torna in campo e vince, dominando, la partita del "round consolatorio" contro la Slovacchia con il risultato di 12-0 al quinto inning, con one-hit combinato Abdurakhimanov (4IP, H, 2BB, 3K) - Kolobaev (1IP, 3K) e contributo offensivo da parte di tutto il lineup. Soltanto il leadoff hitter Gorchakov (2-2) ed il nono in battuta Pavel Shitkov (0-3) non figurano tra i protagonisti di punti spinti a casa. Per la Russia, domani, sfida contro l'Austria (ore 10 all'"Enzo Castrì") per il quinto posto.

TABELLINO

Austria che trova il secondo successo nel campionato europeo U15 sconfiggendo la Francia con il risultato di 15-5 al quinto inning. Partita dallo spiccato carattere offensivo, che ha visto la formazione austriaca segnare almeno due punti in ognuna delle cinque riprese disputate e segnare un totale di nove punti tra quarto e quinto arrivando al box di battuta per diverse volte con le basi piene. Per i transalpini appuntamento a domani, ore 16 sul campo di San Giacomo, dove affronteranno la Slovacchia per definire le ultime due posizioni.

TABELLINO

 

 

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

PHOTOGALLERY

All'Olanda il primo posto del girone B, la Germania strapazza la Francia

Una questione di cuore: l'Italia si arrende alla Russia, ma conquista la semifinale con una 'rimonta' in extremis

Europeo U15: Paesi Bassi e Repubblica Ceca festeggiano due 'manifeste', la Francia trova il primo successo

All'Italia non basta un finale incandescente: a vincere è la Germania

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità  per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Softball

Ultimo tassello del mosaico della Nazionale di Enrico Obletter per il torneo pre-olimpico che si giocherà a Utrecht (Olanda) dal 23 al 27 luglio. Le azzurre, che andranno alla ricerca del pass per i Giochi della XXXII Olimpiade, che si svolgeranno dal 24 luglio al 9 agosto 2020 a Tokyo in Giappone, sono già atterrate in Olanda e al gruppo (inizialmente formato da 14 atlete) si è aggregata anche Emily Patricia Carosone.

La squadra è arrivata, con volo Venezia-Amsterdam, nella città olandese, dopo il ritiro di Lignano Sabbiadoro e ora è pronta ad affrontare uno degli impegni più importanti degli ultimi anni. Dopo la prestigiosa vittoria del Campionato Europeo di Ostrava, ora si tratta di concentrarsi di nuovo  e affrontare questo appuntamento con il consueto spirito di gruppo: lo spirito che caratterizza il team sul quale da tre anni sta lavorando Obletter e nel quale si innesta anche la nuova convocata.

Emily Carosone con la divisa delle Cleveland CometsLa Carosone, nata a Orlando in Florida il 14 ottobre 1993, è un solido innesto per il diamante Campione d’Europa e anche un potente elemento per dare ulteriore profondità al line-up. In carriera ha frequentato l’università a Auburn in Alabama, dove si è laureata in psicologia e, contestualmente, ha giocato con le Auburn Tigers per 4 stagioni, totalizzando 251 partite da interno titolare. Con la maglia azzurra sarà alla prima esperienza e metterà a disposizione della Nazionale italiana anche 4 stagioni da pro nella National Pro Fastpicth, prima con le Chicago Bandits e poi (da questa stagione) con le Cleveland Comets.
In queste 4 stagioni ha messo insieme una media battuta di .283 (slg .432) con 14 fuoricampo e 72 RBI.

“Emily completa il nostro roster già molto forte e competitivo”, afferma il manager Enrico Obletter “con un bagaglio di grande esperienza accumulato in questi anni di National Pro Fastpitch. È un battitore mancino di potenza che saprà dare un grande apporto alla squadra, soprattutto perché in questi anni, da quando abbiamo iniziato a seguirla, ha sempre dimostrato grande entusiasmo e voglia di voler indossare la maglia azzurra. Il nostro cammino è ancora molto lungo, ma con Carosone abbiamo una freccia in più al nostro arco”.

Nazionali Baseball

Il cammino verso il Mondiale U12 prosegue senza sosta per gli azzurrini. A Buttrio (Udine), che è ormai diventata la casa della Nazionale U12, la squadra del manager Stefano Burato ha concluso quattro giorni di test fondamentali per adattarsi al regolamento WBSC e per arrivare pronti in vista della rassegna mondiale che inizierà fra precisamente una settimana.

Nell'ambito del 29esimo torneo "L. Gottardo" organizzato dai White Sox Buttrio, Italia Baseball U12 ha affrontato la Nazionale Italiana U13 e le nazionali ceche delle categorie U12 (che parteciperà a sua volta al Mondiale) e U13. Sono state sfide "allenanti" che hanno richiesto uno sforzo importante non solo per il livello alto degli avversari, ma anche perchè i lanciatori, la difesa e i corridori hanno dovuto lavorare su dinamiche del gioco nuove, come ad esempio i vantaggi, i pickoff e i balk, osservati con particolare attenzione dagli arbitri del Comitato Nazionale Arbitri che hanno aiutato i ragazzi a spiegare e a correggere eventuali errori. "Per noi è stato un test molto positivo e sono soddisfatto dell'impegno messo dai ragazzi. Dall'inizio del torneo alla fine abbiamo mostrato una costante crescita e credo che arriveremo preparati all'evento, anche se dovremo ancora affinare vari aspetti, in particolare nella difesa" ha dichiarato il manager della Nazionale U12 Stefano Burato.

Per la formazione più esperta è stata invece la prima occasione per ritrovarsi in campo assieme dopo la vittoria dell'Europeo l'anno scorso. Il primo approccio con il gruppo dell'annata 2006 per il manager Davide Sartini è stato positivo. "In campo si è vista una squadra volenterosa e con un buon livello tecnico" ha commentato Sartini, coinvolto da quest'anno con le rappresentative nazionali U13 e U14. La squadra azzurra dell'annata 2005 parteciperà al "World Tournament Boys" di Nettuno, torneo organizzato dai Lions Nettuno dal 1 al 7 agosto.

Tornando all'Italia U12, gli azzurrini hanno completato l'ultima tappa italiana prima di partire verso Taiwan. Lunedì 22 luglio si raduneranno a Roma nell'ultimo giorno prima della partenza verso Tainan che avverrà a mezzogiorno di martedì 23 luglio dall'aeroporto di Roma-Fiumicino. La squadra debutterà al Mondiale U12 contro il Venezuela venerdì 26 luglio alle ore 10 in Taiwan (alle ore 4 del mattino in Italia).

I CONVOCATI DELLA NAZIONALE U12

SITO UFFICIALE DEL MONDIALE U12

Nel frattempo, il lavoro dello staff della Nazionale U12 continua con la partecipazione al 23esimo Memorial "Antonio Casadio" di Godo (19-21 luglio) da parte della Rappresentativa Nazionale U12 sperimentale, composta da ragazzi dell'annata 2008, nell'ottica di costruire le fondamenta della squadra che affronterà gli impegni dell'anno prossimo.

I CONVOCATI DELLA RAPPRESENTATIVA NAZIONALE U12 SPERIMENTALE

di Kevin Senatore

Nazionali Baseball

Il girone B del Campionato Europeo di Baseball U15 si è concluso questa mattina dove, nei palcoscenici dello “Steno Borghese” e dell’“Enzo Castri”, sono state decise le posizioni del girone grazie al risultato degli scontri diretti tra Paesi Bassi e Repubblica Ceca, e tra Austria e Slovacchia.

Il primo posto se lo è assicurata la squadra orange, capace di vincere per 13-7 contro la Repubblica Ceca in una partita interrotta al sesto inning per differenza punti. Stessa sorte è toccata alla sfida del “Castrì”, dove l’Austria ha vinto per 13-3 al quinto inning contro la Slovacchia.

Allo “Steno Borghese” squadra di casa è stato il Regno d’Olanda, che ha dimostrato la propria superiorità nonostante qualche debolezza di un monte di lancio al primo test realmente impegnativo di questo torneo. La squadra olandese ha comandato sin da subito con tre punti nel primo inning ed uno nel secondo ad opera di Robberse, autore di due valide ed un RBI nei primi due turni in battuta e protagonista degli ultimi due inning lanciati. La Repubblica Ceca è tornata in partita grazie a due punti segnati tra terzo e quinto inning, ma nella parte bassa l’Olanda allunga nuovamente grazie ad un big inning da cinque punti arrivati sfruttando due colpiti, tre basi su ball e due valide battute. La Repubblica Ceca risponde con la stessa moneta nel sesto inning, ma ancora una volta i tulipani sono attenti e replicano con i quattro punti che li portano in zona manifesta, permettendo di festeggiare un successo che li proietta in semifinale da prima della classe.

TABELLINO

Partita quasi senza storia al “Castrì” di San Giacomo: la Slovacchia ha segnato due punti nel primo inning a causa di un inizio stentato da parte di McGarry e della sua difesa, poi però è uscita fuori l’Austria che ha registrato due big inning tra primo e quarto inning per vincere poi con il risultato di 13-3. L’Austria chiude il proprio girone al terzo posto con una vittoria e due sconfitte.

TABELLINO

La Germania chiude il girone A da imbattuta grazie al successo per 11-1 al quinto inning contro la Francia. Il successo è maturato nei primi due attacchi dove la Germania ha battuto un fuoricampo con Van Bergen, e aumentato il vantaggio con le valide di Reinhard, Russel e Horger e le difficoltà del monte di lancio, colpevole di tre lanci pazzi, cinque basi su ball e un colpito. La Francia segna un punto nel terzo inning ma la fiera degli errori e dei brutti lanci continua, con la Germania altri cinque punti tra la parte bassa del terzo e quella del quinto.

Oggi la lotta per le posizioni di coda vede contrapposte la Russia e la Slovacchia, di scena allo "Steno Borghese", e l'Austria alla Francia, al "Castrì" di San Giacomo, che alle ore 17 ospiterà anche la prima semifinale di giornata tra Germania e Repubblica Ceca. Alle 20, nel tempio del baseball italiano, la semifinale tra Paesi Bassi e Italia.

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

PHOTOGALLERY

Una questione di cuore: l'Italia si arrende alla Russia, ma conquista la semifinale con una 'rimonta' in extremis

Europeo U15: Paesi Bassi e Repubblica Ceca festeggiano due 'manifeste', la Francia trova il primo successo

All'Italia non basta un finale incandescente: a vincere è la Germania

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità  per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Baseball

Pazza, folle Italia. Quando ormai tutto sembrava perduto, con la Russia avanti per 14-7 al settimo ed ultimo inning e virtualmente in semifinale per un solo punto, la squadra azzurra ritrova orgoglio e reazione grazie ad un colpo vincente di Nicola Spagnolo che, con le basi piene, rianima un cuore azzurro che sembrava ormai privo di battiti, rassegnato all’incubo di dover abbandonare il sogno di raggiungere le fasi finali del torneo. E invece dal giro di mazza del possente battitore emiliano esce un tracciante che si scaglia in profondità nell’esterno destro, permettendo l’arrivo a casa di tre corridori e trascinando l’Italia in semifinale, nonostante la sconfitta per 14-11, grazie al miglior Team Quality Balance.

La squadra di Roberto De Franceschi ha cominciato l’incontro con ottimismo, con la voglia di riscattare la sconfitta rimediata contro la Germania e spazzare via ogni tipo di calcoli e preoccupazioni circa la prosecuzione del cammino continentale. Subito dopo la cerimonia del primo lancio alla quale ha preso parte Claudio Scerrato, attuale scout dei Philadelphia Phillies e bandiera del Nettuno Baseball, la squadra Tommaso Adorni in scivolata a casa base nel primo inning (Carlo Marcoaldi)azzurra prende possesso del monte di lancio con il partente designato Vincenzo Bruno che sembra partire bene, salvo impiegare più tempo del previsto per chiudere il primo inning. L’attacco invece non scherza ed alla prima occasione utile mostra i propri artigli affilati segnando quattro punti con un doppio di Nicholas Bertoldi, con errore di tiro del ricevitore Kochetov messo sotto pressione da Tommaso Adorni, sfruttando un paio di giocate poco pulite da parte dell’infield russo ed infine con volata di sacrificio di Filippo Venditti. Allo “Steno Borghese” l’atmosfera è elettrica e nessuno si sarebbe aspettato di assistere ad un dramma sportivo di eccezionali dimensioni: Bruno comincia con una base su ball ed in poco tempo subisce il primo punto su due bunt piuttosto corti. Il bullpen azzurro, attivo sin dal primo inning, è costretto ad entrare in corso d’opera con Alessandro Beccari dopo il triplo del provvisorio 4-3 prodotto da Danila Gorchakov. La soluzione però non serve a fermare l’emorragia. Il prospetto del San Marino comincia con una base su ball e non viene aiutato dall’interbase Diego Luciani, che su un tentativo di trappola a casa commette l’errore del pareggio. La Russia prende coraggio, guadagna basi a ripetizione e dimostra aggressività tra le basi, cosa che manda ancora di più in confusione la difesa azzurra. Un lancio pazzo, una palla a campanile caduta a metà strada tra il campo interno ed esterno e due basi su ball comportano altri due punti in favore della Russia ed un’altra sostituzione sul monte, con Nepoti che, esattamente come Beccari, non riesce a fermare in tempo la squadra avversaria capace di segnare altri quattro punti con base ball a basi piene, un balk ed un singolo di Alekseenko. L’Italia capisce di avere entrambi i piedi fuori dalla semifinale e nel terzo riesce a segnare tre punti (walk a basi piene di Luciani e due lanci pazzi del nuovo entrato Kosenkov), tornando in zona semifinale per la miglior differenza punti. Inoltre, Nepoti e Giovannelli sembrano riuscire a mantenere il risultato, ma l’attacco non produce e spreca diverse occasioni. Nel sesto la Russia toglie di mezzo Giovannelli e segna tre punti contro lo sfortunato Colalucci, colpevole soltanto di un doppio concesso e tradito da una palla non trattenuta da Di Siero e da un altro errore difensivo dell’interbase Luciani. Il risultato, di 13-7, vede però l’Italia ancora avanti fino alla parte alta del settimo, dove si consuma il dramma: con due eliminati, Luciani commette un altro errore su una palla di routine che non riesce ad assicurare nel guanto, aprendo le porte ad un altro punto russo, arrivato con un doppio di Gorchakov. Il 14-7 qualifica la Russia e condanna l’Italia, che però decide di vivere: capitan Adorni, impiegato come lanciatore per l’ultimo out della parte alta del settimo, arriva in base con una base su ball ed altrettanto fa il pinch-hitter Niccolò Funzione seguito poi da Lambertini dopo un cambio sul monte di lancio. Arriva quindi il turno di Nicola Spagnolo, poco dopo l’allontanamento del manager De Franceschi per proteste su alcune chiamate di strike, che riaccende l’entusiasmo allo “Steno Borghese” spedendo ai piedi del muro dell’esterno centro-destra un lancio di Egor Furmanov. Ripresa la semifinale, l’Italia segna un ultimo punto con groundout di Cristian Laghi, prima di concludere la partita con uno strikeout accusato da Colalucci.

A fine partita c'è sollievo per una semifinale ripresa per i capelli, ma la sconfitta, figlia di cinque errori in difesa e la fatica fatta contro un avversario sulla carta inferiore, non possono passare inosservati e non possono essere motivo di soddisfazione per una squadra partita con l'obiettivo di ben figurare nel campionato europeo.

Adesso c’è l’Olanda e non si deve più sbagliare: appuntamento alle ore 20 allo “Steno Borghese”.

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

INTERVISTA A COACH MARIO MASCITELLI

PHOTOGALLERY

da Nettuno (RM), Luca Giangrande

All'Italia non basta un finale incandescente: a vincere è la Germania

Europeo U15: Paesi Bassi e Repubblica Ceca festeggiano due 'manifeste', la Francia trova il primo successo

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità  per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Softball

Prosegue l'attività della nazionale U13 che da giovedì 18 a domenica 21 luglio è impegnata nel Torneo Internazionale Giancarlo Bianchi, organizzato dalla società Saronno Softball con il patrocinio del Comune di Saronno e della Federazione Italiana Baseball e Softball, che si svolgerà sul diamante di Via Ungaretti.

La manifestazione, arrivata alla VI edizione, ospita formazioni provenienti da tutta Europa, quest’anno il torneo servirà da test match per tre selezioni: la Nazionale Italiana U13, la Nazionale Russa U16, e la selezione Lombardia U16, che ad agosto partirà per giocare le World Series negli Stati Uniti. §
Saranno inoltre presenti la squadra di casa, Padova Braves, La Loggia Softball, e due squadre All Star, una con atlete provenienti da tutta Italia, e una con atlete provenienti da varie città della Russia.

 

Attività Giovanili

Dal al 7 agosto 2019 la Federazione Italiana Baseball Softball parteciperà, con una propria rappresentativa U14 (atleti nati nel 2005), al Torneo Internazionale "World Tournament Boys", organizzato dalla società Lion's BC Nettuno e che si svolgerà a Nettuno (RM) presso il campo "F. Camusi", sito il località Santa Barbara. 

Di seguito i 20 convocati e i membri dello staff tecnico:

Players

 

Last Name

Given Name

POS

Date of birth

Club

1

ADAMO

Daniele

IF

18.11.2005

Settimo Baseball Club

2

ALIOTO

Giuseppe

P/OF

03.04.2005

Redclay BSC Castellamonte/Porta Mortara BS Novara

3

BENELLI

Omar

P/1B

04.07.2005

Grosseto B. S. C. 1952

4

CASADIO

Antonio

C/IF

02.02/2005

Godo B. S. C / Cral Enrico Mattei

5

CIRILLO

Stefano

IF

23.07.2005

B. C. Settimo

6

GONZATO

Michel

P/IF

03.06.2005

Padova Redhawks ASD

7

GORI

Pietro

1B/OF

09.10.2005

Arezzo B. S. C

8

GRECO

Francesco

OF/P

09.10.2005

Arezzo B. S. C

9

MIDENA

Mattia

P-1B

10.10.2005

White Sox Buttrio Baseball / New Black Panthers

10

LAGHI

Cristian

OF-P

23.03.2005

Cral Enrico Mattei/Forlì S. C.

11

LAISE

Alessandro

C-IF

13.03.2005

ASD Senago Milano UC-OFnited B. C.

12

MARTIGNONI

Lorenzo

P-C-OF

31.05.2005

Torre Pedrera Falcons B. C.

13

MEAZZA

Filippo Massimo

1B-OF

17.03.2005

Milano Baseball 1946

14

MEROLLA

Filippo

C-IF-P

05.08.2005

Fortitudo Baseball Club 1953

15

SALAZAR

Alessandro

P-IF

07.02.2005

Cupra Baseball Softball

16

SMANIOTTO

Davide

P-1B

24.09.2005

Olimpic Baseball Romano / Palladio B. S. Vicenza

17

SPAGNOLO

Nicola

1B

10.01.2005

Oltretorrente B. C.

18

TARASSI

Gioele

IF-C

26.10.2005

Sanremo Baseball

19

WONG

Williams

IF

12.10.2005

Settimo Baseball Club

20

ZAZZA

Manuel

IF

20.07.2005

Lion's BC Nettuno

           

Staff

21

SARTINI

Davide

Manager

22

GENTILI

RAFFAELE

Coach

23

COSTA

LUCA

Coach

24

SANTOLUPO

DANIELE

Coach

25

ABBATE

GRAZIANO

Fisioterapista

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campionati baseball

Arriva il penultimo turno della stagione regolare di Serie A1 Baseball con un derby e gli ultimi verdetti da assegnare. Il Sipro Nettuno City terminerà la sua stagione regolare in casa dei Rangers Redipuglia e cercherà di sigillare il secondo posto. È un fine settimana dedicato anche al derby fra UnipolSai Bologna e Autovia Castenaso e alla sfida tutta in Romagna fra Godo e San Marino, vicinissima all’accesso matematico ai playoff. Riposa il Parma Clima, che nel frattempo ha giocato un’amichevole con la Nazionale Seniores.

I Rangers Redipuglia sono chiamati al riscatto dopo le due sconfitte contro Godo per giocarsi le ultime, risicate, chance di avanzare ai playoff. Sarà obbligatoria una doppietta per la formazione di Frank Pantoja contro un Sipro Nettuno City che con tutti gli effettivi in campo a Parma ha confermato il secondo posto. Uno sweep a Ronchi dei Legionari nella giornata di sabato significherebbe secondo posto matematico per i laziali, che hanno l’attacco più potente e produttivo del campionato (33 fuoricampo), mentre sul monte di lancio hanno numeri simili ai giuliani. Se da un lato i lanciatori italiani del Nettuno City restano ancora un anello debole per la squadra di Gary Villalobos, dall’altro i Rangers hanno un Jose Escalona in forma (3.72 PGL), mentre Eduard Pirvu (4.80 PGL) è andato a corrente alternata, soffrendo contro i lineup migliori della A1 Baseball.  All’andata, i nettunesi hanno vinto gara 1 per il rotto della cuffia in rimonta, mentre si sono imposti facilmente in gara 2 in sette riprese.

A Bologna e Castenaso sarà un fine settimana di derby per UnipolSai Bologna e Autovia Castenaso. La Fortitudo, matematicamente prima nella classifica della stagione regolare, torna in campo dopo il turno di riposo con il compito di riprendere il ritmo e di proseguire la striscia positiva di 5 partite. Di fronte ci sarà un’Autovia Castenaso in crescita, come testimonia la vittoria sul San Marino, e in cerca di successi per lasciare l’ultima piazza della graduatoria. All’andata, Bologna ha completato lo sweep, anche se ha dovuto sudare in un’appassionante prima gara conclusa al tie-break a Castenaso. Al “Falchi”, in un’atmosfera “vintage”, si affronteranno i lanciatori stranieri con la formazione di Marco Nanni che si affida a Frank Lopez, autore di un’ottima prestazione all’andata e anche nella settimana scorsa con San Marino. Bologna, con il primo posto già in tasca, potrebbe far ruotare maggiormente i suoi lanciatori a disposizione, tra cui il rientrante Stephen Perakslis, per prepararli al meglio ai playoff, ma non lascerà nulla al caso.

Il San Marino affronta il Godo con la missione playoff da completare e per allontanare lo spettro del quarto posto occupato dal Parmaclima. Ai sammarinesi basta vincere almeno lo stesso numero di partite del Redipuglia in questo weekend per assicurarsi i playoff e rendere “vani” i confronti diretti della settimana prossima ai fini della classifica. La squadra di Mario Chiarini ha interrotto una serie di quattro sconfitte consecutive grazie al successo in gara 2 contro l’Autovia Castenaso. L’attacco mantiene un rendimento costante – il quarto del campionato con una media battuta di .267 e 113 punti realizzati – e il monte di lancio è statisticamente il migliore assieme alla Fortitudo, nonostante le difficoltà recenti. D’altro canto, il Godo è reduce dalla prima doppietta stagionale. Nonostante le complicazioni legate alla profondità del monte di lancio, i romagnoli, allenati da Marco Bortolotti, hanno risposto alla grande con tre vittorie consecutive. La solidità in difesa, aumentata in particolare grazie al buon rendimento dei lanciatori, ha dato fiducia anche all’attacco, autore di 22 punti nelle ultime tre partite dopo averne segnati 19 nel resto del girone di ritorno. Le due compagni romagnole si sono divise la posta in palio all’andata con il successo del San Marino in gara 1 al “Casadio” di Russi del San Marino e del Godo in gara 2 a Serravalle. In quest’occasione, la serie si apre fra le mura amiche dei sammarinesi e si conclude sabato in casa del Godo.

Le partite si potranno seguire live con il servizio play-by-play fornito dal Comitato Nazionale Classificatori.

CALENDARIO

di Kevin Senatore

CLASSIFICA

LIVE PLAY BY PLAY

PHOTOGALLERY

 

Nazionali Baseball

La seconda giornata del Campionato Europeo U15 di baseball, di scena a Nettuno tra lo “Steno Borghese” e l’”Enzo Castrì” di San Giacomo, vede altre partite interrotte per differenza punti nel girone B, dove ad avere la meglio sono Paesi Bassi e Repubblica Ceca, le prime a scendere in campo questa mattina rispettivamente allo “Steno Borghese” (contro l’Austria) ed al “Castrì” (contro la Slovacchia).

Gli orange hanno sconfitto la formazione austriaca con il risultato di 21-0 in una partita interrotta a fine terzo inning. Per la seconda giornata consecutiva il Regno d’Olanda segna almeno dieci punti nel primo inning con quattro valide (tra cui un grand slam di Darnel Collins), due errori difensivi e sette basi su ball concesse dal partente Lukas Norek. Dopo un secondo inning privo di particolari emozioni, la squadra olandese torna a colpire gli austriaci con altri undici punti frutto di sei valide, un colpito, cinque basi su ball ed altri due errori della difesa avversaria.

TABELLINO

La Repubblica Ceca produce ancora una volta un totale di 16 punti ma questa volta non subisce punti e vince per 16-0 respingendo la Slovacchia a fine quinto inning anche grazie a due fuoricampo da quattro punti totali firmati Tadeas Kalcev e Viktor Dokoupil.

TABELLINO

Nel girone dell'Italia, la Francia batte la Russia in 8 inning per 11-9 e trova il primo acuto dell'Europeo in una partita che ha visto un totale di 10 errori e 25 valide. Per la Francia sugli scudi Bamberger, Demory e Rene, autori di due valide ciascuno ed un totale di 6 RBI. La Russia sarà la prossima avversaria dell'Italia di Roberto De Franceschi

TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICA E LINK AL PLAY-BY-PLAY

LA PHOTOGALLERY DELL'ITALIA

Vittorie per manifesta superiorità per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Baseball

L’Italia di Roberto De Franceschi ci ha messo il cuore, specialmente nel finale, dove ha cercato di rimediare ad un primo inning incredibilmente giù di tono per Riccardo Nepoti segnando quattro punti in un settimo inning nel quale gli azzurrini si sono ritrovati a battere per quattro volte con le basi piene. La tardiva reazione sfortunatamente non è bastata ad evitare la sconfitta che arriva per 8-6 contro una Germania solida e dominante per sei riprese intere. Adesso testa alla Russia, una partita da vincere.

La squadra azzurra era chiamata ad una vittoria per assicurarsi la quasi certezza di passare il turno da prima della classe. E invece i tedeschi del manager Georg Bull si sono confermati squadra forte ed attrezzata per bissare il titolo conquistato due anni fa. L’Italia ha scelto Riccardo Nepoti, lanciatore dal riconosciuto talento, certa di avere un’arma importante contro l’attacco della Germania. E invece ad avere la meglio sono stati proprio gli avversari, che hanno tratto forza dalle difficoltà del lanciatore dei Bologna Athletics. L’impatto è stato devastante: la squadra tedesca ha portato il suo leadoff, Tristan Russel, a battere per due volte grazie alla potenza dei suoi battitori ed alle imprecisioni di Nepoti, “colpevole” di due lanci pazzi e una base su ball. I suoi lanci non hanno avuto l’efficacia attesa e così Russel (2-5) ha inaugurato l’incontro con un triplo ed è andato a casa su una rimbalzante a sinistra di Van Bergen. Una presa al volo di Catellani ha regalato all’Italia la seconda eliminazione, ma un potente doppio di Horger, le valide di Hundt e Rossius che riempiono le basi ed un doppio Paul Schmitz, autentico dominatore dell'incontro tra Italia e Germania con 12 strikeout ed un one-hitter in sei riprese (Carlo Marcoaldi)da tre punti del lanciatore Schmitz (1-3 in battuta) valgono il 6-0. Un inning più tardi la Germania segna anche il 7-0 su lancio pazzo di Nepoti, poi rimpiazzato dall’ottimo Leonardo Belardi (4.1IP, 3H, R, 3BB, 4K), mentre l’attacco di De Franceschi sbatte contro Paul Schmitz, che ha entusiasmato gli scout presenti in tribuna con un repertorio di dritta, slider e curva da lasciare paralizzata la squadra azzurra. Anche lui, tuttavia, non è stato esente da difficoltà: nel terzo inning concede due basi su ball e perde lo shutout su groundout di Bertoldi (1-3, 3 RBI). Un inning più tardi perde anche il no-hitter su una linea di Filippo Venditti mentre un lancio pazzo permette all’Italia di segnare il 7-2 con corsa a casa di Elia Sartini. Mentre Belardi tiene a bada le mazze avversarie, Paul Schmitz fa lo stesso e guida i suoi fino alla fine del sesto, dove lascia con una sola valida subita, un punto guadagnato e 12 strikeout (frutto anche di tre strikeout nel sesto inning) contro 5 basi su ball, tutto questo dopo l’ottavo punto di marca tedesca arrivato nella parte alta del sesto su singolo di Walther ed errore di tiro dell’interbase Beccari. Uscito il dominante lanciatore tedesco, l’Italia prende coraggio e tenta la rimonta: colpisce la seconda valida di giornata con il leadoff Giovanelli, poi riempie le basi e contro il nuovo entrato Joshua Harrison segna due punti su singolo di Bertoldi. Lo “Steno Borghese” ed il dugout di casa spingono gli azzurri ma Harrison trova due strikeout su Adorni e Sartini, avvicinando ancora di più la sua squadra alla vittoria. La truppa di De Franceschi non ha però alcuna voglia di mollare e torna a riempire le basi con Catellani, prima di segnare su balk dello stesso Harrison, che costa al lanciatore la sostituzione con l’interbase Russel, il quale sugella la vittoria con uno strikeout su Christian Laghi.

Per l’Italia adesso non è il momento dei calcoli: giovedì, alle 20, c’è la Russia. Ed è una partita da vincere.

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

PHOTOGALLERY

da Nettuno (RM), Luca Giangrande

L'Italia U15 trionfa al debutto contro la Francia

Vittorie per manifesta superiorità per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Baseball

Nell’amichevole di lusso nel salotto di casa, Gerali e Poma si accordano per una lunghezza di 10 riprese, in modo che tutti i lanciatori presenti possano salire sul monte, e 2 battitori designati, per dare più turni possibile al line-up.

Lo schieramento iniziale del manager azzurro presenta Nico Garbella esterno destro, Ferrini primo DH, Vaglio in seconda, Celli al centro, Reginato ricevitore, Epifano interbase, Giovanni Garbella a sinistra, Grimaudo in prima, Scalera in terza e Deotto secondo DH, con Palumbo partente.

Davanti a un discreto pubblico, gli azzurri lasciano 2 uomini in base nel primo attacco, contro Habeck, ma è la squadra di casa la prima ad andare sul tabellone, contro i lanci di Clemente, in serata dal controllo problematico.

Prima che il terzo finisca, il Parma Clima segna altre 3 volte, su scelta difesa e un errore difensivo.

Crepaldi, Simone e Scotti non concedono più nulla, mentre il quinto attacco azzurro si apre con il doppio di Nico Garbella, che rimane infruttuoso.

L’Italia dimezza lo svantaggio al sesto, grazie a 2 punti battuti a casa da Vaglio e Giovanni Garbella, prima che la ripresa sia interrotta dal raggiunto limite di lanci per il lanciatore di casa Mattia Aldegheri.

La pedana azzurra passa poi a un ottimo Di Raffaele, seguito da Oberto e Gouvea, che concedono briciole, mentre l’attacco, nel settimo, prende il sopravvento: Nicola Garbella è colpito e Ferrini lo spinge a casa con un singolo, anche Vaglio tocca valido, quindi Federico Celli, con un fuoricampo da 3, porta la Nazionale avanti 6-4, per quello che rimane il finale della partita, ben difeso da Coveri e Bassani.

La Nazionale Seniores di baseball torna in campo mercoledì a Parma 

Marco Landi

dalle società

Bologna torna a catalizzare tutta l'attenzione degli appassionati di baseball in questo fine settimana. Dopo aver brillantemente superato l'ostico esame congiunto dell'essere suggestivo teatro delle "Final Eight" di Champions Cup, Autovia Castenaso ed UnipolSai Fortitudo, sono pronte a re incontrarsi, a dugout divisi, nella portata principale della 6^ giornata di ritorno della regular season della Serie A1 di Baseball. 

Un derby suggestivo e carico di significati, già spettacolare ed equilibratissimo nel girone d'andata, (specialmente nella sfida disputata al "Teseo Bondi") che vede le due compagini all'affamata necessità di vittorie per obiettivi differenti ma ugualmente nobili. I Campioni d'Italia in carica, dopo aver già vinto con largo anticipo la Regular Season, cercheranno di ultimare il rodaggio in vista dei play off scudetto che la vedono assoluta favorita. L'Autovia, dal canto suo, continua a mostrare segnali di consolidamento, dopo aver realizzato i prestigiosi scalpi contro Parma e San Marino, ma restano nella necessità di una vittoria per sperare di scavalcare il Godo ed abbandonare l'ultimo posto in classifica. Banco di prova importante specialmente per i lanciatori italiani di Castenaso che, dopo aver incassato le parole di lode e stima da parte del G.M. Massimo Bassi, potrebbero rivelarsi una sorpresa in questi ultimi scampoli di stagione. 

Si parte con Gara 1: al "Teseo Bondi", con primo lancio alle ore 20, sarà la terna arbitrale composta da Fabrizio Fabrizi (1° arbitro), Marco Taurelli (arbitro 2^ base) ed Alessandro Spera (arbitro di 3^ base) a dirigere la gara. La stessa composizione arbitrale, con ruoli diversi, dirigerà anche Gara 2, 24 ore più tardi in quel del "Teseo Bondi".

dalle società
Obiettivo centrato per le ragazze del Baseball Softball Club Rovigo. Dalla doppia sfida casalinga contro il Cali Roma, valida per il quinto turno del ritorno di Serie A2, ci si aspettava il bottino pieno. E così è stato. Sul diamante della Tassina domenica le rossoblù hanno rifilato alle avversarie romane un 8-0 per manifesta in gara uno e un 10-4 in gara due. Un'autentica boccata di ossigeno che fa risalire le rodigine a metà classifica nel girone B e che infonde grande ottimismo in vista delle prossime delicate trasferte.
In gara uno il tabellone si muove alla seconda ripresa con Giulia Zennaro che arriva in base colpita dal pitcher avversario, spinta avanti da Chiara Bolognini, prossima agli Europei Under 16, e portata a punto da Arianna Mazzanti con un lungo doppio. Sara Temporin gestisce bene dalla pedana di lancio e non subisce alcun punto, poi piazza anche un fuoricampo dopo il triplo dietro all'esterno centro di Borracelli. Alla terza ripresa Rovigo è già avanti 5-0, poi affonda il colpo con la solita Temporin che raggiunge quota otto strike out in pedana e nel turno d'attacco piazza il triplo che consente a Giulia Zennaro di fare la valida per il 7-0, prima del definitivo 8-0 firmato dalla stessa Zennaro che chiude la prima disputa.
All'inizio di gara due l'unico momento di flessione delle "Girls" rossoblù. Il Cali Roma segna quattro punti contro Giulia Zennaro schierata in pedana dal manager Leonardo Mena. E' solo un brutto momento perché poi l'ex Serie A1 si rifà alla grande nelle successive sei riprese. Dopo il primo inning conclusosi sul 4-4, arrivano i cinque punti del definitivo vantaggio rossoblù. Alla sesta ripresa il sipario cala grazie al 10-4 firmato da Erika Gielli, la new entry da Lodi che sta dimostrando week end dopo week end continui miglioramenti.
Ora il calendario propone la doppia trasferta a Ronchi dei Legionari e a Macerata, prima del recupero fissato per il 4 agosto a Rovigo contro lo stesso Ronchi.
dalle società

Ritorna il Torneo Internazionale Giancarlo Bianchi, organizzato dalla società Saronno Softball con il patrocinio del Comune di Saronno e della Federazione Italiana Baseball e Softball, che si svolgerà da giovedì 18 luglio a domenica 21 luglio, sul diamante di Via Ungaretti. La manifestazione, ormai arrivata alla VI edizione, da anni ospita formazioni provenienti da tutta Italia e da tutta Europa. Quest’ anno, in particolare, il torneo fungerà da test match per tre selezioni, ovvero la Nazionale Italiana U13, la Nazionale Russa U16, e la selezione Lombardia U16, che ad agosto partirà per giocare le World Series negli Stati Uniti. Oltre alle tre squadre già annunciate, saranno presenti Padova Braves, La Loggia Softball, e due squadre All Star: una, con atlete provenienti da tutta Italia, e una con atlete provenienti da varie città della Russia. Immancabile ovviamente la squadra di casa, detentrice del titolo dall’ultima edizione.

dalle società

La Fortitudo baseball sta organizzando una serata davvero speciale in occasione del “derby” fra UnipolSai Assicurazioni Fortitudo BolognaAutovia Castenaso. Lo stadio bolognese Gianni Falchi, di Piazzale Atleti Azzurri d'Italia, recentemente rinnovato per ospitare al meglio la coppa dei campioni del giugno scorso e il torneo di qualificazione olimpica del prossimo settembre, sarà teatro, venerdì 19 luglio in occasione di garauno, di un'atmosfera “vintage” che accompagnerà la notte bolognese degli appassionati del batti e corri. Allietati dalle note della Bononia Sound Machine, storico gruppo musicale da sempre vicino alla Fortitudo baseball, in qualche modo torneranno protagonisti un gruppo di appassionati di baseball che negli anni '90 fondarono a Bologna una vera e propria Lega di “Fantasy Baseball”, la Owners' League. Molti di questi “personaggi” hanno successivamente, a vario titolo, legato il proprio nome a quello della società biancoblu, che pochi anni dopo ha cominciato a mietere successi in tutte le competizioni a cui ha preso parte.

Negli anni '90, i signori Stefano Michelini, Marco Macchiavelli, Davide Bacci, Massimo Meo, Roberto Caramelli, Maurizio Toppini, Massimo Ortensi, Stefano Donati, Andrea Cristiani, Simone Motola, Roberto Parmeggiani, Alfredo Pacini e Massimo Facchini (questi ultimi due purtroppo nel frattempo deceduti) fondarono la Owners' League, una lega di fantasy baseball della quale si trovano ancora tracce sul web, grazie al sito internet dello storico speaker del Gianni Falchi, Roberto Caramelli (www.robertocaramelli.it/owners/index.html). In questo gruppo troviamo tre presidenti della Fortitudo Baseball (Michelini, Macchiavelli e Pacini) e diversi dirigenti e collaboratori che hanno costruito e raccontato la Effe Blu del baseball a partire dagli anni della sua “resurrezione sportiva” e fino ad oggi. Tutti loro sono stati contattati per partecipare alla serata di venerdì sera e a successive iniziative ancora in cantiere per i prossimi playoff.

Il presidente Stefano Michelini per l'occasione ricostituirà la coppia di radiocronisti con Andrea Cristiani, per commentare la partita dai microfoni di Radio Nettuno. Lo speaker della serata sarà Stefano “Steve” Donati, ma a metà del settimo inning entrerà in scenaRoberto “Rupert” Caramelli per intonare il tradizionale e leggendario “seventh inning stretch”, accompagnato dalla Bononia Sound Machine.

dalle società

La Ciemme Oltretorrente pareggia il derby giocato a Sala Baganza con il Fontana Sala Baganza nell’ambito della terza giornata di ritorno del campionato di serie A2 baseball.  I gialloblù della Ciemme si sono imposti con il risultato di 7-2 in gara-1 al tie-break al decimo dopo che le nove riprese regolamentari si erano chiuse sul 2-2 . La replica invece è andata ai salesi vittoriosi 10-0 al settimo. Nel primo incontro la Ciemme è passata in vantaggio al secondo inning (1-0) con D’Amico che in base su valida rubava la seconda avanzava in terza su sacrificio di Ferrari e a punto sul singolo di Gandolfi. Subito il primo pareggio salese al cambio campo, la Ciemme subiva il 2-1 del Sala Baganza al sesto inning ma otteneva all’ottavo il 2-2 con Sorrentino su volata di sacrificio di Viloria. Al decimo la svolta per i gialloblù che realizzano cinque punti. Con Sorrentino piazzato in seconda ed Henriquez in prima, bunt valido di Daddi, singolo al centro di Viloria per la segnatura di Sorrentino. Successivamente doppio di D’Amico a basi piene che spinge a casa tre punti. Infine su bunt valido di Gandolfi, lo stesso D’Amico completa il giro dei cuscini. Lanciatore vincente per la Ciemme Oltretorrente Pomponi, rilievo del partente D’Amico. Nella replica i gialloblù hanno subito 5 punti in avvio, uno al secondo, due al quarto e due alla settima ripresa. Nonostante la sconfitta da segnalare i due doppi colpiti da Viloria e il doppio centrato da Pomponi. 

Nazionali Baseball

Non poteva chiedere di meglio Roberto De Franceschi dalla sua Italia nel debutto continentale contro la Francia. Gli azzurrini cominciano infatti il Campionato Europeo U15 con il turbo innestato, grazie al successo per 19-8, rispondendo così alla Germania, che in mattinata ha sconfitto per 8-0 la Russia. Nonostante il successo, il risultato sarebbe potuto essere sicuramente più largo e l'incontro decisamente più corto. Fino alla parte bassa del quinto inning, infatti, gli azzurrini erano in corsa per no-hit e manifesta superiorità, ma un big inning dei francesi ha rovinato i piani di Tommaso Adorni e compagni. La storia si è poi ripetuta nel sesto, aperto proprio da un fuoricampo di Adorni e chiuso invece da un altro punto transalpino che ha obbligato la formazione del manager nettunese a giocare fino al settimo inning, in cui l'Italia segna altri due punti e chiude nella parte bassa difendendo a basi piene.

La serata dello 'Steno Borghese' si è aperta con l’onore del primo lancio riservato alla gloriosa batteria del Nettuno targato Glen Grant: Bruno Laurenzi e Alfredo Lauri, capaci di infiammare ed emozionare il pubblico sugli spalti. La partita, da quel momento e fino alla metà del quinto inning, è stato un assolo degli uomini di De Franceschi, che non hanno perso occasione contro l’impreciso monte di lancio francese rappresentato, soltanto per i primi lanci, dal partente Enrione-Thorrand, protagonista di un inizio da incubo. Il partente transalpino, infatti, ha concesso una base su ball al leadoff Alessandro Beccari, quindi è rimasto vittima di un errore di tiro da parte del suo ricevitore (il primo di sei errori di squadra) su bunt di Bertoldi, per poi colpire Tommaso Adorni ed Elia Sartini, cosa che ha permesso agli azzurri di segnare il primo punto. L’Italia, però, non si ferma e sulle battute di Catellani, Venditti e Laghi segna altri tre punti, cosa che convince il manager francese a sostituire il partente, dopo appena due out, con Nathan Laot, il primo di sette rilievi utilizzati. Il cambio sul monte però non basta alla Francia e l’Italia prosegue il suo fruttuoso primo inning segnando altri due punti con i giri di mazza di Lorenzo Lambertini e di Alessandro Ercolani, bravo poi a chiudere la parte bassa del primo inning con due strikeout e con delle dritte che lasciano il segno. Nel secondo e nel terzo i battitori azzurri non mollano la presa: con un singolo di Lambertini a basi piene segnano il 7-0, mentre nel terzo inning ci pensa Elia Sartini, con una valida a sinistra, a permettere altri due arrivi a casa base. Nella parte bassa del terzo, problemi per Alessandro Ercolani (2.1, 2ER, 4BB, 6K), che si disunisce ed esce per far posto a Matteo Colalucci dopo aver fatto entrare due punti su due basi su ball, un balk e un lancio pazzo. L'Italia non molla la presa e, nella parte alta del quarto, segna altri due punti per il provvisorio 11-2, approfittando ancora una volta dei problemi del monte bleus (due basi su ball, due lanci pazzi) e di un altro errore di tiro da parte del ricevitore Blancot.

Nel quinto inning gli azzurri fanno un passo in avanti per la manifesta, segnando un punto su lancio pazzo del nuovo entrato Solliez, il quale aveva incassato un doppio da Giovanelli e concesso una base su ball a Venditti. Nella parte bassa, però, Simone Carnevale, entrato per il buon Colalucci (1.2IP, K), riempie le basi con tre walk e Diego Luciani, subentrato a Carnevale, non riesce a frenare un attacco rinvigorito che riesce a rompere la no-hit combinata segnando cinque punti su due valide e un errore difensivo. Nella parte alta, questa volta, è l'Italia a festeggiare un big inning da cinque punti innescato dallo splendido fuoricampo di capitan Tommaso Adorni contro il nuovo entrato Joshua Rene e continuato da un doppio di Venditti e dai nuovi errori della difesa francese che, unita alle basi su ball, a un hit by pitch e ai lanci pazzi della coppia Rene-Blamberg, ha messo ancora una volta in mostra i propri problemi.

Tutto finito? Neanche per sogno. I transalpini rovinano il secondo tentativo di interruzione per differenza punti dll'Italia sfruttando un errore in seconda di Venditti, ma nel settimo inning la squadra di De Franceschi torna a segnare su lancio pazzo e groundout di Di Siero, mentre Diego Luciani mette a segno due strikeout nella parte bassa e festeggia la vittoria personale grazie a una presa al volo del prima base Elia Sartini qundo tutte le basi sono occupate.

 INTERVISTA A ROBERTO DE FRANCESCHI

da Nettuno (RM), Luca Giangrande

TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICA E LINK AL PLAY-BY-PLAY

PHOTOGALLERY

Vittorie per manifesta superiorità per Paesi Bassi e Repubblica Ceca, shutout per la Germania

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Campionati softball

Il girone A si avvia verso i playoff e solo la matematica non dà la sicurezza della postseason a Legnano e New Bollate
La seconda squadra di Bollate ha comunque fatto un passo decisivo nel fine settimana battendo due volte il La Loggia con i parziali di 11-0 e 5-0, l'altra squadra piemontese, il Reale Jacks Torino  inizia bene il turno con la vittoria in gara 1 (4-1) con il Carpana Crocetta Parma, ma la sconfitta in gara 2 (3-6) la mantiene in corsa solo a livello virtuale, per la postseason servirebbe un'impresa.
Il derby sardo si conclude con una vittoria a testa, 11-2 per Nuoro gara 1 e 5-2 per il Supramonte gara 2, in coda comunque è tutto risolto dall'esclusione del Liburnia, il Consiglio Federale ha ratificato infatti l'annullamento dei playout dato che l'unica retrocessione è stata già decisa dal regolamento.

 

Anche nel girone B le squadre della parte bassa hanno giocato con più tranquillità, il Rovigo ha battuto per 10-4 e 8-0 il Cali Roma, mentre Stars Ronchi e Tecnovap Verona si sono divise la posta (3-10, 2-1).
In vetta il Macerata ha fatto doppietta a Lucca con i parziali di 9-0 e 9-3, mentre la Sestese ha battuto la Castionese per 8-2 nella prima partita, ma ha ceduto per 1-0 la seconda.
Anche qui la matematica tiene ancora in gioco la Castionese, ma alle due capoliste basta un piccolo sforzo per chiudere i giochi.

 

RISULTATI CLASSIFICHE E STATISTICHE SERIE A2 SOFTBALL

LIBURNIA FUORI DALLA SERIE A2 SOFTBALL

 

 

Nazionali Baseball

Comincia alla grande il percorso dei Paesi Bassi, inseriti nel girone B, che allo "Steno Borghese" hanno sconfitto questa mattina la Slovacchia con il punteggio di 15-0 al quarto inning per manifesta superiorità. Gli Orange hanno approfittato di un primo inning da incubo per la nazionale est europea che ha pagato ben 4 errori e 6 valide per un passivo di 12 punti. Al terzo ed al quarto inning gli ultimi punti della squadra olandese che ha beneficiato di un monte di lancio intoccabile (4IP, 2H, 7K) e di 5 valide da basi extra.

TABELLINO

La partita del pomeriggio ha visto un'altra manifesta al quarto inning. La protagonista è stata la Repubblica Ceca, che sul campo di San Giacomo ha riportato un successo per 16-1 grazie ad un totale di 11 punti segnati in un secondo inning da 7 valide e 2 errori della difesa dell'Austria, che comincia dunque in una maniera certamente non positiva. Dell'incontro anche il primo fuoricampo colpito in questo torneo e battuto nel primo inning dal prima base Martin Zelenka.

TABELLINO

Nel girone A, in attesa della sfida di questa sera allo "Steno Borghese" tra Francia (squadra di casa) e Italia, prevista per le ore 20, la Germania ha avuto la meglio della Russia, sconfitta con il risultato di 8-0 nella partita disputata all'"Enzo Castrì" di San Giacomo. Non una buona prestazione per la squadra russa, colpevole di un totale di sei errori difensivi, tre dei quali soltanto nei primi due inning, che hanno permesso ai tedeschi di vincere con quattro valide battute.

TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICA

Baseball, Presentato a Nettuno l'Europeo Under15

I giochi sono fatti: scelti gli azzurrini per l'Europeo U15 di Nettuno

Nazionali Baseball

Dopo l'annullamento per pioggia del test-match a Bologna, la Nazionale italiana di baseball, guidata dal manager Gilberto Gerali, sarà di scena mercoledì 17 luglio sul diamante "Nino Cavalli" di Parma alle ore 19 per un nuovo test-match in preparazione agli eventi clou di settembre.

Non ci sono modifiche nella formazione azzurra per quest'occasione, mentre la squadra di casa, a riposo nel prossimo weekend di campionato, farà ruotare i propri giocatori a disposizione nel corso dell'amichevole. Lo staff della Nazionale, che si radunerà alle ore 16 per un allenamento pre-partita, sarà composto dai coach Gianmario Costa e Augusto Medina, dal pitching coach Paolo Ceccaroli (che sostituisce Rolando Cretis, che non potrà essere presente), dal preparatore Gianni Natale e dal fisioterapista Massimo Baldi, coordinati dal team manager Vincenzo ‘Gigi’ Mignola. Nel dugout della Nazionale saranno presenti anche i coach locali Cristiano Ronchini (Crocetta B.C.), Fabio Puelli (Oltretorrente BC) e Michele Gerali (Parma Baseball Club 1949). 

Una ricca cornice accompagnerà l'avvento degli azzurri a Parma. Come dichiara il comunicato del Parma Baseball, gli atleti delle squadre giovanili della provincia sono stati invitati a presentarsi, in divisa ufficiale, alla manifestazione e ad accompagnare in campo le squadre. L'accesso al pubblico sarà libero e per tutti gli spettatori sarà possibile partecipare a varie iniziative di solidarietà organizzate dalla società parmigiana, una delle quali riguarda la collaborazione fra Italia e Cuba, proseguita nei giorni scorsi con l'accoglienza presso la sede del Parma Baseball del console cubano Llanio Gonzalez. Per quest'amichevole si può contribuire con un'offerta di palle da baseball da inviare alle scuole di baseball e softball dell'isola caraibica.

Cognome

Nome

Pos

Club

Bassani

Alex

P

UnipolSai Bologna

Brolo Gouvea

Murilo P UnipolSai Bologna

Celli

Federico

OF

San Marino Baseball

Clemente

Nicolò

P

UnipolSai Bologna

Coveri

Ludovico

P

San Marino Baseball

Crepaldi

Filippo

P

UnipolSai Bologna

Deotto

Alessandro

C

Rangers Redipuglia

Di Raffaele

Luca

P

Godo

Epifano

Erik

IF

San Marino Baseball

Ferrini Colmenarez

Jose Leonardo

IF

UnipolSai Bologna

Garbella

Giovanni

OF

Sipro Nettuno City

Garbella

Nicola

OF

Sipro Nettuno City

Grimaudo

Alessandro

OF

UnipolSai Bologna

Maestri

Alessandro

P

San Marino Baseball

Palumbo Cardozo

Angelo Michelle Paolo

P

Bolzano

Reginato

Mattia

C

San Marino Baseball

Scalera

Luca

IF

Parma Clima

Scotti

Claudio

P

UnipolSai Bologna

Simone

Valerio

P

Modena

Vaglio

Alessandro

IF

UnipolSai Bologna

Covati

Matteo BPC Crocetta (bullpen catcher)

 

Italia Baseball a Parma il 17 luglio: i convocati

Kevin Senatore