Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Veneto

Giornata da ricordare per il Baseball Softball Club Rovigo. Oggi, mercoledì 16 ottobre, si è ufficialmente chiuso il lungo e complesso iter che ha dotato la società rossoblù e l’intera città di un diamante all’avanguardia, che si pone come punto di riferimento per il batti e corri regionale e, perché no, anche nazionale. L'inaugurazione di questo pomeriggio si è tradotta in una grande festa che ha coinvolto tutti i soggetti e gli enti protagonisti di un tortuoso percorso che ha vissuto una delle sue tappe fondamentali lo scorso autunno con la stipula in Comune della concessione dell’impianto sportivo al Baseball Softball Club Rovigo, passaggio burocratico indispensabile per poter tradurre in opere il contributo da 300mila euro messo sul piatto dalla Fondazione Cariparo, cui vanno naturalmente i più sentiti ringraziamenti da parte del sodalizio rodigino. Da allora sono stati completati gli spogliatoi e sono stati ultimati gli arredi esterni del campo, in primis la tribunetta che si affaccia sul diamante.

IMG 20191016 WA0037

Visibilmente emozionato il presidente rossoblù Alessandro Boniolo, che ha portato il suo saluto di fronte alle tantissime autorità e istituzioni presenti. ”E’ un giorno splendido. Oggi ci dimentichiamo tante amarezze che abbiamo digerito nel corso degli anni – ha dichiarato il numero uno - Grazie al Comune, a tutti i nostri sponsor, ai tanti volontari che lavorano nella nostra società e soprattutto grazie alla Fondazione Cariparo che ha reso possibile un sogno lungo 40 anni”.
Ai ringraziamenti si è unito anche Lucio Taschin. “E’ una inaugurazione un po’ strada perché in realtà il Baseball Softball Club Rovigo è in questa struttura dal 2013. Questo è un luogo per società sportive che vogliono mettersi in gioco – ha sottolineato - E’ un campo che può ospitare partite internazionale, almeno di livello giovanile. Abbiamo realizzato spogliatoi a norma e capienti, grazie ai pannelli solari i consumi sono pari a zero. C’è un tabellone segnapunti completamente nuovo. Qui giocano atleti dai quattro anni ai massimi livelli. In questo campo abbiamo ospitato campioni come Filippo Crepaldi che oggi è qui con noi a festeggiare. Ogni anno ospitiamo qualche decina di ragazzi americani. Qui si fa turismo, cultura ed economia. Qui sono state giocate finali scudetto, campionati di altissimo livello come l’Italia Softball League e la Serie A. Ma la cosa più importante è che in questo impianto tante famiglie ci danno fiducia portandoci i loro figli e a loro va il nostro grazie più grande”.

IMG 20191016 WA0034


A rappresentare il Comune di Rovigo c’era l’assessore allo sport Erika Alberghini: “Grazie all’impegno del Baseball Softball Club Rovigo, del Comune e al contributo della Fondazione Cariparo siamo riusciti a creare uno spazio davvero importante per la città – ha spiegato – Mi sento particolarmente fortunata: ho iniziato il mio mandato nel momento giusto evitando le traversie attraverso le quali si è arrivati a questa inaugurazione. Il percorso non finisce certo oggi, qui ci sono sempre tante idee e l’intero quartiere Tassina è in fermento”.
Fabio Paoletti, consigliere della Fondazione Cariparo, ha dato voce all’ente che ha finanziato i lavori di completamento del campo. “Ci occupiamo da sempre di sostenere i nostri territori e specialmente le società sportive e gli impianti che le ospitano. Spero che questo campo continui a essere utilizzato al meglio ancora a lungo”, ha spiegato.
Non poteva mancare l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari, da sempre vicino alla società rossoblù. “Dietro a tutto questo c’è il mondo dello sport e del volontariato. In Veneto abbiamo 460 mila atleti tesserati e più di 100mila volontari e famiglie che insegnano i valori più positivi ai nostri ragazzi. Con la carta etica dello sport e la legge sullo sport, anche noi della Regione abbiamo deciso di impegnarci in questo senso. Grazie al Baseball Softball Club Rovigo per ciò che fa ogni giorno in questo bellissimo campo, siete un contributo insostituibile per la nostra comunità”.
La carrellata delle tante autorità presenti è proseguita con Ivan Dall’Ara, presidente della Provincia di Rovigo: “Il Polesine eccelle per quanto riguarda gli impianti e, in particolare, la città di Rovigo ha un servizio sportivo molto completo. Qui, chiunque voglia fare sport trova la sua struttura ideale. Anche il mio grazie va ai tanti volontari che animano questi impianti”.
Il mondo del baseball ha partecipato all’evento rodigino con Gigi Mignola, in rappresentanza della Fibs, e con Daniela Olivieri, numero uno della federazione regionale. Entrambi si sono complimentati con il Baseball Softball Club Rovigo non solo per il bellissimo campo ma anche per aver saputo costruirci attorno una vera e propria comunità. Tra le autorità sportive presenti anche il presidente del Panathlon Club Rovigo, Giampaolo Milan, che ha invitato il Comune di Rovigo a “seguire la tendenza all’ampliamento e allo sviluppo del quartiere Tassina”.

IMG 20191016 154146


Lisa Roncon ha portato il saluto di Adriatic LNG, tra i principali sponsor della società rodigina. “L’inaugurazione di questo bellissimo campo sarà anche un risultato arrivato forse troppo tardi, ma coincide con un anno per noi davvero importante – ha sottolineato – Adriatic LNG festeggia infatti dieci anni di attività nel territorio e di partnership con il Baseball Softball Club Rovigo, una società che ci ha dato e continua a darci soddisfazioni”.
A chiudere gli interventi delle autorità è stato il Prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca, in rappresentanza di tutte le forze dell'ordine presenti all'evento. “Non c’è niente più bello che rendere omaggio allo sport, l’unica attività davvero aggregante – ha spiegato - La realizzazione di questo campo è frutto di un vero e proprio lavoro di squadra. Tanti complimenti a chiunque abbia messo il suo tassello. Con questo campo avete vinto”.

Prima del taglio del nastro, l’inno di Mameli cantato e suonato dal "Giù di lì Acoutstic trio" e la benedizione di rito del parroco del Duomo don Claudio Gatti. Poi il palcoscenico è stato lasciato al baseball giocato. L’inaugurazione del diamante rossoblù, infatti, è stata arricchita dal definitivo lancio del progetto "Clutch BXC - Il suono del baseball" destinato agli sportivi non vedenti. Una iniziativa sostenuta attraverso il bando "OSO - Ogni sport oltre", promosso dalla Fondazione Vodafone e co-finanziato dagli sponsor ufficiali della società rodigina, ITAS Assicurazioni e di Adriatic LNG. Grazie alla collaborazione con l’AIBXC (Associazione Italiana Baseball Per Ciechi) dopo l’inaugurazione si è giocata una partita dimostrativa di baseball per ciechi. La prima di una lunga serie che vedrà impegnate, come componenti della rete capitanata dal Baseball Softball Club Rovigo, anche le società ASD Staranzano BXC, ASD Bologna White Sox, oggi presenti al camp insieme a Leonessa Brescia.
A introdurre la disciplina e a raccontare le varie fasi della partita dimostrativa è stato il presidente dell’AIBXC, Alberto Mazzanti. “Inaugurare questo campo con un incontro di baseball per ciechi è davvero bellissimo. Il senso di questa disciplina è dare anche a chi fa una vita particolare la possibilità di vivere alla pari di tutti gli altri. Questo gioco è nato dall’amore per il baseball e dalla volontà di farlo praticare con gioia a chiunque”.
L’importanza del nuovo progetto rossoblù è stata ribadita anche da Vincenzo Di Martino, responsabile comunicazione Nord Italia in Vodafone. “In Italia sport e disabilità sono ancora un binomio che deve affermarsi. Eppure lo sport rappresenta un potente strumento di superamento dei limiti e opportunità di socializzazione – ha dichiarato - Fin dal primo giorno l’obiettivo di OSO è quello di dare supporto concreto alle persone con disabilità che vogliono praticare sport e allo stesso tempo sostenere attivamente le associazioni sul territorio. L’incontro con il Baseball Softball Club Rovigo rappresenta la chance di stringere un’alleanza sistemica nel mondo del baseball per non vedenti perché non è solo il progetto di un’associazione ma di un movimento che vive appieno i valori di lealtà, voglia di migliorarsi e mettersi in gioco. Questa unità di valori con OSO rende più forte il baseball per non vedenti ed è un privilegio essere su questo diamante per raccontare una storia di sport che può contribuire alla crescita della nostra società verso un modello più inclusivo e aperto alle diversità”.


Rovigo, 16 ottobre 2019



--

Ufficio Stampa Gruppo Baseball Softball Club Rovigo

Piemonte e Valle d'Aosta

La F.I.B.S. PIEMONTE, in collaborazione con il DRT, organizza nel mese di GENNAIO/FEBBRAIO, un corso di formazione per EDUCATORE SPORTIVO .


Il corso è aperto a tutti coloro che hanno il desiderio di acquisire le basi teoriche e pratiche per iniziare ad operare nell'ambito dello sport dilettantistico con particolare attenzione all'argomento "educare attraverso lo sport".


Durante questo percorso, i partecipanti acquisiranno le competenze tecniche necessarie per operare in qualità di educatore sportivo di base, primo step di un successivo percorso di specializzazione nel baseball e softball, così come presupposto utile per poter operare efficacemente in contesti educativi e di animazione giovanile (centri estivi, gruppi oratoriali, cooperative sociali, scuola, centri CONI, ecc.).


Il corso è aperto anche a ragazze e ragazzi minorenni che abbiano però già compiuto 16 anni.

Piemonte e Valle d'Aosta

Il Delegato Regionale del C.N.T. (Comitato Nazionale Tecnici) Francesco Rosa Colombo comunica l’attivazione del corso regionale 2019 per la qualifica di tecnico di base.

Il corso sarà articolato su 3 moduli organizzati nel week end (da sabato mattina a domenica sera - 16 ore a week end), di cui 2 prima dell'inizio della regular-season (gennaio e febbraio 2020) ed uno finale tra novembre e dicembre 2020. Per conseguire la qualifica, che darà diritto nel 2021 a firmare un roster come manager limitatamente alle categorie stabilite dalla federazione, è necessario il 100% delle presenze al corso, il quale ha un costo di 150 euro da pagare in unica soluzione entro il primo modulo.

Le sedi del corso saranno presumibilmente 3 , dislocate in zone diverse del Piemonte per favorire la logistica degli iscritti, e verranno definite in una fase successiva in relazione alla provenienza dei partecipanti.

Coloro che possedevano già una qualifica di tecnico e che non hanno rinnovato il tesseramento per almeno 2 anni potranno riacquisire la propria qualifica decaduta frequentando unicamente il primo ed il terzo modulo al costo di iscrizione di 100 euro.
Quest'anno, inoltre, è intenzione del Comitato Regionale e della sua Commissione scolastica, di concerto con il DRT, avviare un percorso di formazione per ottenere la qualifica di EDUCATORI SPORTIVI(detti anche operatori scolastici) che dovranno frequentare unicamente le prime 8 ore del primo modulo del corso T.d.B. al costo di iscrizione di 30 euro.

Ricordando che per l'iscrizione al corso è necessario compiere almeno i 16 anni nel 2019 (nati fino al 2003 compreso) si fa appello alle associazioni sportive che sono caldamente pregate di farsi portavoce di questa iniziativa raccogliendo le adesioni delle persone interessate all'interno del proprio club e/o di invitare il maggior numero di aspiranti scrivendo nome, cognome, data di nascita e comune di domicilio al seguente indirizzo mail: cnt.drtpmv@fibs.it. indicando in oggetto "iscrizione corso tdb".

Tutti coloro che avranno inviato la mail entro il 10 novembre verranno inseriti in apposita mailing list e riceveranno tutte le informazioni più specifiche per provvedere a formalizzare la propria iscrizione.

Veneto

La squadra dei Shark-Brothers, neo laureati campioni della EBL 2019, ha organizzato per sabato 19 ottobre a Conegliano una giornata in memoria del loro compagno Luca Della Coletta.

La giornata denominata “LUCA IS SKY IN THE DIAMOND”, dal suo soprannome “Sky”, è stata fortemente voluta dai suoi compagni di squadra aiutati anche dalla partecipazione spontanea di amici e di altre formazioni di baseball amatoriali.

Sarà un pomeriggio di gioco per ricordare una straordinaria persona che ha illuminato tutti noi con il suo atteggiamento dentro e fuori dal campo e per il suo ammirevole coraggio nell'affrontare la malattia che lo ha stroncato prematuramente.

In verità questo era un desiderio di Luca di cui aveva fatto partecipe tutti i suoi amici in modo di poter aiutare altri sfortunati come lui tramite la AIL (Associazione Italiana per le Leucemie).

Le partite inizieranno alle 15,00 e vedranno coinvolte 5 formazioni: SHARK BROTHERS A - SHARK BROTHERS B - PADOVA 88 – BANDITS e FORSKY.

Le partite dureranno 2 inning e le regole imposte sono: corridore in seconda - 4 punti a inning - conteggio sul battitore uno strike e un ball - non si ruba - classifica in base al totale punti fatti.

Ogni player verserà la quota di 10 € e la somma raccolta, più l'incasso del bar, sarà totalmente devoluto in beneficenza alla AIL.

A fine serata, alla presenza di Barbara, moglie di Luca, al delegato AIL e a una una rappresentanza istituzionale del comune di Conegliano, verrà consegnata l'intera somma.

Dopo il torneo i giocatori e gli amici saranno intrattenuti dal dj set di Fabry Borg Dj.

Tutti coloro che volessero partecipare alla raccolta fondi a favore della AIL in previsione dell’evento di beneficenza del 19 Ottobre “Luca is the Sky in the Diamond” possono connettersi al sito https://www.ail.it/.

Si ringrazia la Società Conegliano Baseball e tutti coloro che con la loro presenza onoreranno la memoria di SKY LUCA DELLA COLETTA.

Vi aspettiamo numerosi !!!

72610287 694303454405529 378228989182869504 n

Toscana

Venticinque gradi. Cielo sereno, sole, poco vento.

Un sabato splendente per il primo raduno.
L’Accademia Toscana del Comitato Regionale Toscana della FIBS ha scaldato i muscoli e ritrovato le pratiche d’eccellenza, il 12 ottobre.

Un incontro per i colloqui individuali e per i primi test sul campo, per programmare il lavoro stagionale del primo e prossimo weekend pieno, sabato 26 e domenica 27 ottobre. Per conoscere e far conoscere i nuovi accademisti della stagione in partenza. Ed un brief coi genitori, per le necessarie indicazioni logistiche, gli orari, le note pratiche.

Spicca l’impegno dei tecnici - la squadra dell’Accademia Toscana FIBS 2019-2020, oltre al direttore tecnico Mazzieri e al preparatore atletico Natale, riconfermati, è completata dagli incarichi al trio di tecnici Silvio Balducci, Stefano Cavallini e Paolo Minozzi - in rigoroso ordine alfabetico.

Intervistato, Marco Mazzieri esprime il suo entusiasmo.
- “Siamo molto contenti di questo gruppo. L’età media è più bassa rispetto allo scorso anno. Lavoreremo sulla loro crescita, non vediamo l’ora di iniziare. È una sfida, sia per noi che per loro”
Gianni Natale, sottolinea:
- “vogliamo continuare il percorso iniziato lo scorso anno, ottimizzandolo. Accanto alla tecnica sul campo, attenzione alla preparazione atletica per completare il bagaglio di armi a disposizione di un giocatore di baseball”

Dal 26 ottobre, ogni settimana, gli accademisti si formeranno per il loro futuro, fino al 15 marzo. Con lo spirito della crescita, del percorso di formazione che abbraccia più anni, con il confronto con i compagni. Con l’obiettivo di restituire alle società toscane di appartenenza e al movimento atleti più capaci, ragazzi più maturi, pronti per crescere qui e - auspichiamo - in Italia e nel mondo.

Veneto

Finale Coppa Veneto Under 18 - SI è conclusa la Coppa Veneto Under 18 2019 con la Finale tra San Martino Junior e Rovigo di domenica 6 ottobrea San Martino Buon Albergo. Vincitore è risultato il San Martino Junior, fresco Campione d'Italia assoluto di categoria, dopo una gara combattuta e risolta all'ultimo inning col punteggio di 4-2. 

Coppa U18 finale 2019

Finale Coppa Veneto Under 12 -  A San Martino Buon Albergo domenica 6 ottobre si è svolta la finale della Coppa Veneto Under 12 baseball. Alla fine del triangolare tra San Martino Junior, Crazy Sambonifaciese e Romano D'ezzelino si sono tenute le premiazioni dei vincitori Under 12 baseball, Romano D'Ezzelino e Under 14 softball, Praissola.  

IMG finale coppa

Premiazioni atleti veronesi Campioni d'Europa Under 12 -  A San Martino Buon Albergo, alla fine delle finali di Coppa Veneto Under 12, il Comitato Regionale Veneto, nella persona del Presidente Daniela Olivieri, ha consegnato una targa di riconoscimento ai tre atleti del Veneto Campioni d'Europa Under 12 2019. Si tratta di Matteo Raimondi del San Martino Junior e di Nicoló Baltieri e Federico De Cristan atleti Crazy Sambonifacese. Con loro nella foto Elio Dal Pozzo. 

Premiazione atleti Veneto 2019

Finali Scudetto Under 18 - Il San Martino Junior baseball & softball si laurea Campione d'Italia under 18. Nelle finali di Modena ha battuto prima in semifinale il Crocetta Parma e poi in finale i New Black Panthers di Ronchi dei Legionari. Un grande prestigio per il baseball Veneto e Veronese in particolare. Foto 9493 

Veneto

Taglio del nastro del campo da baseball della Tassina

Mercoledì 16 ottobre sarà un giorno di grande festa per il Baseball Softball Club Rovigo. Nel pomeriggio, dalle 15.30, è in programma l'inaugurazione ufficiale del diamante della Tassina. In via Vittorio Veneto da giorni si lavora sodo per il grande evento che segna il punto di arrivo di un iter lungo e complesso, finalmente giunto alla conclusione grazie alla collaborazione di tutti i soggetti ed enti coinvolti. Circa un anno fa di questi tempi si firmava in Comune l'attesa convenzione che ha dato in concessione l’impianto sportivo al Baseball Softball Club Rovigo. Un passaggio burocratico lungo, la cui formalizzazione ha dato il via ai lavori di adeguamento della struttura fermi da tempo e sostenuti con un contributo della Fondazione Cariparo di 300mila euro.

 Softballro

Grazie a tale finanziamento nei mesi successivi sono stati completati gli spogliatoi prefabbricati, costruiti nel 2013 ma fino ad allora privi di impianto idraulico, impianto elettrico e arredamento. Si è trattato di un intervento storico per il Baseball Softball Club Rovigo e per l'intera città, dal momento che a Rovigo ancora mancavano degli spogliatoi esclusivamente dedicati al batti e corri (quando il diamante era ancora in via Bramante, si utilizzavano quelli del vicino Palazzetto dello Sport). Si è poi passati agli arredi esterni del campo, con l'installazione della bella tribunetta rossoblù che da qualche mese consente ai tifosi delle tante squadre di assistere comodamente alle partite casalinghe. 

La struttura, finalmente completata, è già in uso da qualche tempo ma ancora non c'era stata l'opportunità di un taglio del nastro ufficiale. Un momento che vuol essere anche di ringraziamento per chiunque abbia reso possibile il completamento di un campo da baseball e softball all'avanguardia, che si pone come punto di riferimento per la disciplina non solo a livello locale ma anche in ambito regionale e nazionale. 

 Baseballro

L'inaugurazione del diamante diventa inoltre l'occasione per presentare un'altra grande iniziativa sperimentale nella quale il Baseball Softball Club Rovigo crede fortemente. Grazie al bando "OSO - Ogni sport oltre", promosso e sostenuto dalla Fondazione Vodafone, il club rossoblù ha elaborato il progetto "Clutch BXC - Il suono del baseball" destinato agli sportivi non vedenti e co-finanziato grazie al sostegno economico degli sponsor ufficiali della società rodigina, ITAS Assicurazioni e di Adriatic LNG. Un'iniziativa di avviamento allo sport per persone con disabilità sensoriale, ma anche di promozione di buone pratiche, di formazione e sinergia tra le associazioni sportive, il territorio, le famiglie, la scuola e i giovani. Il Baseball Softball Club Rovigo è infatti il capofila di una rete di soggetti che comprende la AIBXC (Associazione Italiana Baseball Per Ciechi), l'ASD Staranzano BXC e l'ASD Bologna White Sox. Tutte saranno protagoniste dell'inaugurazione del campo da baseball in programma il 16 ottobre. Dopo il taglio del nastro si giocherà anche una partita dimostrativa di baseball per ciechi per chiudere nel migliore dei modi una giornata che si annuncia davvero storica.  

Rovigo, 10 ottobre 2019


--

Ufficio Stampa Gruppo Baseball Softball Club Rovigo

Veneto

Domenica 6 ottobre a San Martino Buon Albergo si è svolto il triangolare di finale per la categoria under 12 baseball.

Al termine oltre le premiazioni di Olimipic Romano, Crazy San Bonifacio e S.Martino Junior è stato consegnato il titolo regionale under 14 Softball alla squadra del Praissola.

Veneto

Archiviati i playout di Serie B, a prendersi tutta la scena nel primo weekend di ottobre sono state le giovanili dell'Adriatic LNG Baseball Softball Club Rovigo. Quattro gli appuntamenti che hanno visto le Under rossoblù scendere in campo, nella maggior parte dei casi con ottimi risultati a ribadire la positività di una stagione che, per quanto riguarda il vivaio, ha raggiunto il suo punto più alto con le finali nazionali e con il terzo posto assoluto colto dalle strepitose ragazze dell'Under 12 di softball. 

La conferma che il 2019 sia un grande anno per le quote rosa del Baseball Softball Club Rovigo è arrivata domenica da Ronchi dei Legionari, dove l'Under 15 di softball si è aggiudicata la Coppa Interregionale. Un successo maturato grazie alle due vittorie ottenute sul Friuli 81. Estremamente combattute entrambe le sfide. Gara uno ha visto le ragazze polesane imporsi di tre lunghezze: dopo un avvio incerto, complici alcune incertezze difensive, ottimo lavoro in pedana di Giulia Raisi prima e di Anita Silvoni poi; la differenza la fanno comunque le mazze rodigine che con una serie di valide arrivano a fissare il risultato finale con 11 punti a favore contro gli 8 segnati dal Friuli 81. Poi il bis in gara due per 9-8: Rovigo incassa subito quattro punti, ma replica mettendone a segno sei; con l'ingresso in pedana di Melissa Begu la squadra rossoblù contiene nei successivi tre inning l'attacco friulano che mette comunque a segno altri 4 punti, poi nell'ultima ripresa un fuoricampo di Livia Bernardi permette il passaggio a casa base di tre giocatrici e porta alla vittoria. 

Under 15 soft

In campo maschile il fine settimana ha visto scende sul diamante di via Vittorio Veneto l'Under 12 rodigina, che ha incrociato le mazze in amichevole con il Padova RedHawks. Alla fine il derby dell'Adige è andato proprio ai piccoli rodigini con il punteggio di 16-8, una bella vittoria condita dall'esordio in squadra di due giovani rossoblù, Mattia e Alessandro.

Nel weekend è andato in scena anche il torneo "Città di Rovigo" - Coppa Itas, riservato alla categoria Under 15. Un quadrangolare patrocinato dalla Regione Veneto che ha visto al via, oltre ai padroni di casa rossoblù, il Romano d'Ezzelino, i T-Rex Pastrengo e il Bt Verona. Alla fine splendida vittoria dell'Adriatic LNG che ha iniziato il suo torneo superando 4-2 gli scaligeri: primi tre inning equilibrati, poi Verona mette la testa avanti ma la reazione del Rovigo, pur con in una situazione di due out, porta al definitivo sorpasso rossoblù. Nella successiva finale i polesani hanno avuto la meglio sul Romano d'Ezzelino per 6-4: decisivo il secondo inning che ha visto i padroni di casa andare a segno ben cinque volte contro i tre punti messi a referto in avvio di gara dagli avversari. 

Il fine settimana ha visto calcare il diamante anche la squadra Under 18, impegnata in trasferta a San Martino Buon Albergo nella finale regionale di Coppa Veneto. Dopo una gara ben condotta e giocata con grande impegno e volontà, i rossoblù hanno ceduto il passo solo all'ultima ripresa ai forti campioni d'Italia della categoria per 4-2, meritandosi comunque gli applausi di tecnici e pubblico.

Rovigo, 8 ottobre 2019



--

Ufficio Stampa Gruppo Baseball Softball Club Rovigo

Toscana

La consueta festa per i giovanissimi under 12 della Toscana si appresta al via - con grande consenso di pubblico - sul campo della Sestese Softball, a Sesto Fiorentino. Il torneo di ottobre si disputerà con la consueta formula del triangolare, con la rappresentativa under 12 di Padule Baseball che affronterà ben due selezioni All Star: con una formula assolutamente innovativa, interamente votate dal pubblico.

Con un poll online, aperto per due mesi dal 30 luglio al 30 settembre, è stata formata una graduatoria tra i duecentoventuno piccoli atleti di tutte le società della Toscana. Oltre 2500 votanti singoli hanno espresso più di 5000 preferenze complessive, definendo una graduatoria non più costruita sulle indicazioni di merito ma generata dall’affetto, dalle scelte libere del pubblico fatto di mamme, papà, parenti e amici.

Tutti assieme hanno contribuito a definire due rose per questo evento, che conclude la stagione: una postseason toscana fatta per avvicinare sempre di più al nostro sport, per donare attenzione al movimento in tutte le città in cui operano le società toscane. Per far giocare i ragazzi, senza una finalità agonistica, nel più puro spirito del giuoco.

Leggi tutto...

Veneto

Edizione speciale per la Coppa Inter Regionale Veneto 2019 della giovanile softball!

Doppio incontro giocato per la prima volta in terra Friulana (Ronchi dei Legionari) che alla fine di due combattute partite vede prevalere il Rovigo sulla compagine del Friul81. 

Giornata splendida di sport ed amicizia che corona la fine della stagione agonistica per quest'anno, un grazie per la calorosa ospitalità delle amiche di nord-est e un arrivederci alla prossima ...

Toscana

Con i tryout di sabato 28 settembre ha preso il via ufficialmente la stagione dell’Accademia Toscana del Baseball. Il direttore tecnico Marco Mazzieri e il preparatore atletico della Nazionale Italiana di Baseball Gianni Natale, coadiuvati dai loro staff, hanno effettuato una intensa sessione di prove atletiche e tecniche, che hanno prodotto una mole importante di dati per la valutazione di ognuno dei venticinque atleti che si sono presentati allo stadio Simone Piani in un pomeriggio magnifico di sole e intense emozioni.

Venticinque giovani atleti si sono prodigati in test e prove pratiche, dando il massimo per riuscire ad essere accolti in una delle più prestigiose realtà formative d’Italia.

La selezione è proseguita nel corso della settimana, con l’analisi e le valutazioni dei risultati, fino a definire una rosa di tredici atleti accolti: ecco l’elenco, in rigoroso ordine alfabetico, degli accademisti di Toscana 2019/2020 con le società di appartenenza:

Ariani Jordan - Padule Baseball

Brini Lorenzo - Fiorentina Baseball

Cialli Francesco - Fiorentina Baseball

Frassi Tommaso - Livorno Baseball

Giorgeschi Andrea - Arezzo Bsc

Giorgeschi Matteo - Arezzo Bsc

Natale Stefano - Csd Ymca

Parisi Niccolò - Chianti Bsc

Pascucci Matteo - Csd Ymca

Piccolo Nicola - Arezzo Bsc

Repetti Alessandro - Livorno Baseball

Ruocco Patient V. - Padule Baseball

Saragaglia Dario - Livorno Baseball

 

La stagione dell’Accademia Toscana proseguirà con una sessione introduttiva  il prossimo sabato 12 ottobre.

A tutti i giovani atleti vanno plauso ed incitamento, per un percorso che li potrà portare ai massimi livelli nel Baseball italiano e - auspichiamo - internazionale.

 

 

Campania e Basilicata

Si è appena concluso il Trofeo CONI Kinder+sport 2019 , uno dei principali progetti nazionali multisportivi dedicato ai giovani atleti under 12 che quest’anno ha riunito a Crotone, Cutro ed Isola Capo Rizzuto circa 4000 ragazze e ragazzi provenienti da 21 Regioni e Province autonome. Un progetto ispirato ai valori del fair play e del rispetto delle regole, che nasce con l’obiettivo di valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva attraverso una forte sinergia tra il CONI, gli organismi sportivi e le tante società sportive affiliate.

La Basilicata ha partecipato con molte attività sportive, un'altra straordinaria esperienza  ancora per i Kings di Rivello, squadra del locale circolo ACLI unica della Basilicata.

Gli atleti lucani hanno partecipato al torneo organizzato dalla FIBS con la formula del Baseball5, nuova versione leggera, veloce, entusiasmante ed adatto ai giovanissimi atleti.

Momenti unici e straordinari. Lo sport è fatica, sudore, impegno, costanza, sacrificio. I giovani aclisti Kings hanno superato anche questa prova, stanchi ma soddisfatti, terminando nel migliore dei modi, nonostante le mille difficoltà incontrate. 

Un po di gloria anche per i KINGS di Rivello. Un decimo posto di tutto rispetto, con partite combattutissime. Migliorato il dodicesimo posto dello scorso anno, ancora  un grande passo, vista la giovane età ed il breve tempo in cui hanno conosciuto questo sport. Con onore e tenacia hanno difeso i colori della nostra terra, Basilicata, seguendo i principi dell’associazionismo Aclista.

Un esordio al torneo contro la compagine, alla fine vittoriosa del torneo, del Lazio, i Dolphins di Anzio , squadra storica di questo sport, il team più forte.  La seconda li ha visti affrontare il Friuli Venezia Giulia, con la squadra di Tiger di Cervignano, la terza con gli amici della Sicilia di Paternò, l’ultima della prima giornata con gli Atoms di Chieti in rappresentanza dell’Abruzzo. In tutte le partite hanno ruggito, difendendo a denti stretti ed attaccando da leoni, cedendo il passo per poco.

Seconda giornata la finalina di consolazione con la squadra di casa del San Giorgio di Reggio Calabria, combattuta fino alla fine, hanno fatto vedere la tenacia dei Rivellesi, fermandosi ad un solo punto dal traguardo. 

Allenati dell’impeccabile ed attento  coach Giuseppe Ferrari, ed accompagnati in questa esperienza dallo staff composto da Mariella Guerrese e Gustavo Savino.

Un crescendo di risultati che è solo l’inizio di un grande futuro del Baseball lucano. Un’ esperienza formativa per giovanissimi, soprattutto ragazze di 10 anni, che con audacia hanno affrontato un lungo viaggio lontano da casa ed  avversari che da molto tempo praticano questo sport.

 Sconfitti ma vincenti! I complimenti sono arrivati dalle altre squadre dalla federazione e dal CONI, per la passione e la costanza in cui si cimenta la squadra del piccolo centro lucano di Rivello.

“Vivi Il Tuo sogno”, lo slogan del CONI, per Rivello il sogno è il Baseball, e piano piano si sta avverando!

Lo sport è questo, non solo agonismo, ma anche il conoscere nuove realtà nuovi amici, scambiarsi idee una bellissima esperienza e i ragazzi sono contenti di aver dimostrato di poter essere competitivi con qualunque avversario.  Questo lo spirito del trofeo CONI.

Ora con impegno si lavorerà per il futuro e per crescere ancora di più nel numero e nella competitività.

I Kings di Rivello vi aspettano domenica 6 ottobre, per un open day , in cui tutti possono avvicinarsi a questo sport e provare a giocare. Appuntamento all’Arena dei Leoni (ex campo sportivo Contu) dalle 10

71823045 1321489224697811 2660372132634034176 n 1

Veneto

LA PARTITA PERFETTA DEI SHARKS/BROTHERS NELLA FINALE EBL 2019

La formazione di Conegliano sconfiggendo il Padova 88 nella finale amatoriale della EASTERN BASEBALL LEAGUE di domenica 22 settembre 2019 rompe il domino patavino nel torneo amatori di baseball, e per la prima volta nella propria storia, nei campionati LAB e EBL può alzare meritatamente l'ambito trofeo.

E' una vittoria che è maturata quest'anno grazie anche all'unione dei Treviso Brothers (vice campioni LAB lo scorso anno sconfitti dal PD 88) e la formazione storica dei Sharks Conegliano.

Prima dell'inizio stagione i Brothers, ridimensionati nei numeri, hanno trovato nel Conegliano Skarks la loro nuova casa e questa fusione è stata determinante per l conseguimento del titolo. Una miscela esplosiva che ha macinato 10 vittorie su 12 in regular season e tre vittorie di fila tra playoff e finale.

La miscela poteva anche implodere se le due realtà non fossero riuscite a inglobarsi nella maniera giusta. Ma fortunatamente così non è stato e abbiamo assistito alla nascita di uno squadrone che continuerà a far parlare di sé nelle prossime stagioni.

Nella regular season il PD 88 è terminata alla pari dei Sharks/Brothers nella Piave Division con le due sconfitte subite proprio contro i trevigiani. I segnali che i nostri portacolori erano quanto mai competitivi erano sotto gli occhi di tutti, ma le finali come tutti sanno hanno sempre una storia a sé e le previsioni della vigilia possono sempre disattese. Favoriti sulla carta per la loro storia erano i padovani ma con la stagione appena trascorsa i trevigiani potevano giocarsela alla pari.

Nei playoff i Sharks/Brothers hanno superato prima il Ferrara per 7 a 3 e poi il Mirano di stretta misura 4 a 3. Il PD 88 ha battuto El Guanton Verona 10 a 1 e poi gli Wizards Villafranca 10 a 0.

La finale di domenica è stata la meritata apoteosi della perfetta stagione degli Sharks/Brothers. Una partita giocata bene da entrambe le formazioni e da ricordare per i tanti momenti pieni di pathos e in bilico fino all'ultimo out.

Il sorteggio arride ai patavini che iniziano come squadra di casa.

La formazione trevigiana schiera Marcon Simone (7), Fragasso Andrea (5), Berardi Roberto (6), Sartori Michele (8), Botteon Luciano (9), Caregnato Davide (3), Celotto Enrico (4), Salvador Gabriele (1), Celotto Paolo (2).

Giove pluvio sembra avercela proprio con le finali amatori e una pioggerellina fastidiosa fa da cornice al play-ball.

Gli Sharks/Brothers segnano il primo punto della partita e riescono a raddoppiare nella parte alta del quarto inning. Fino a questo momento il Padova rimane a secco grazie soprattutto ad una difesa attentissima.

Nel frattempo smette di piovere e la partita prosegue in condizioni climatiche accettabili.

La riscossa dei padovani non tarda a venire e nella parte bassa del quarto, con il calo evidente del bravo starter del Conegliano, il manager Zuccon Davide lo sostituisce con basi piene e un out. Sale sul monte Caregnato e l'assetto difensivo viene cambiato con Salvador che passa all'esterno centro e Sartori in prima.

Ma i padovani riescono per la prima volta dall'inizio della partita a bucare la difesa e con errori, una base su ball e valide si portano avanti 3 a 2.

Ma il temperamento dei trevigiani esplode all'inizio del quinto quando mettono a segno ben 4 punti e ritornano a condurre 6 a 3.

Nella parte bassa del quinto i padovani accorciano segnando un punto e adesso sono a due sole lunghezze dai trevigiani con altri due attacchi da sfruttare.

All'inizio del sesto, nonostante il cambio lanciatore tra le file degli avversari, i nostri portacolori segnano un altro punto che permette loro di respirare e cercare di contenere l'attacco patavino.

Ma come dice il grande Yogi Berra “non è finita finché non è finita”, e il PD 88 spinge nella parte bassa e accorcia con due preziosi punti e si porta ad una lunghezza.

Settimo e ultimo attacco dei trevigiani che non riescono a concretizzare pur con due corridori in posizione punto.

Sopra di un punto con la tensione alle stelle, tocca ora alla difesa del Conegliano il compito di frenare le mazze avversarie. Concedere un punto vale il pareggio e quindi tie break nella migliore delle ipotesi. Due punti significa vittoria del Padova e fine dei sogni.

Il rilievo Caregato concede subito una valida e Zuccon lo sostituisce con il closer Sartori. Adesso non ci si può permettere nessuna sbavatura. Una spettacolare assistenza di Berardi in prima è il primo out, ma il corridore padovano è in seconda e posizione punto. Il secondo out è una volata sull'interbase. Tutto è appeso ad un filo e mai come in questo frangente il silenzio sul campo è assordante. Il terzo out è opera di Celotto Enrico che raccoglie il groundout e assiste Zuccon in prima.

Esplode la gioia dei giocatori in campo e della panchina che accorre ad esultare consci tutti che quello che è successo non è più il sogno inseguito durante la stagione ma è realmente accaduto.

Tutto questo è stato possibile anche grazie ai tanti giocatori che hanno dato il loro prezioso contributo durante tutta la stagione e che meritano una speciale menzione: Zanardo Michele, Chinellato Nicola, Mariani Cesare, Esposti Alessandro, Gislene Pego, Lacruz Alexy, Meneghetti Lorenzo, Salvatore Marcone, Genovese Fabrizio, Rivas Daniel, Pasquinelli Luca, Prisakaru Paul.

Alla fine, prima della premiazione, i giocatori dei Sharks/Brothers hanno ricordato con il grido di battaglia “48 Brothers Sky” due persone speciali che dall'alto hanno gioito per l'impresa dei nostri portacolori e che saranno sempre nei nostri cuori.

Domani è un altro giorno e si vedrà ….. ma intanto i Sharks/Brothers hanno vinto meritatamente il loro primo titolo EBL e si propongono come il nuovo team da temere.

Al prossimo anno!

Veneto

Non è ancora svanita l'eco della 13esima edizione della Baseball night, e già è tempo per raccontare un nuovo evento firmato Baseball Softball Club Rovigo. Lunedì 23 settembre il campo da baseball della Tassina ha ospitato l'Itas Assicurazioni "Home Run Day", iniziativa di team building dedicata ai dipendenti di uno dei principali sponsor della società rossoblù. Si è trattato di una prima assoluta a livello nazionale: mai nessuno prima aveva sfruttato le potenzialità del batti e corri per rafforzare la coesione aziendale e offrire un'esperienza fuori dal comune ai lavoratori. La giornata ha consentito di esplorare un nuovo modo di concepire la sponsorizzazione sportiva, una nuova strategia di sostegno allo sport: il legame tra l'azienda sponsor e il club non è più solo unidirezionale, diventa piuttosto un rapporto di "dare e avere". In cambio del sostegno economico per organizzare le tante attività sportive stagionali, la società si mette a disposizione per regalare un momento di formazione altamente qualificato.

 DSC 1251

"Questa è un'iniziativa che definisco storica per la disciplina del baseball e softball - afferma Lucio Taschin, curatore del progetto - Da tempo anche nelle mie attività professionali collegate al mondo sportivo sostengo che lo sport moderno non sia meglio o peggio. E' solo cambiato. E interpretare anche il marketing sportivo in modo innovativo fa la differenza, soprattutto con gli sponsor che cercano partner con cui costruire valore aggiunto. Rovigo è diventato un laboratorio di sperimentazione in questo senso e tanto ancora si può fare per il baseball e softball in particolare ma anche per tante altre discipline che vogliano crescere, ma sul serio. Oggi con Itas abbiamo insieme costruito una tappa che sicuramente non resterà uno spot ma che avremo modo di replicare nel futuro".

"Si tratta di un progetto pilota che vede il Baseball Softball Club Rovigo offrire un vero e proprio servizio a un'azienda come Itas Assicurazioni che da tempo sostiene economicamente la realtà rossoblù - spiega Marco Cernaz, formatore e consulente di marketing sportivo che ha collaborato alla creazione dei contenuti della giornata di team building al campo di via Vittorio Veneto - Abbiamo voluto ribaltare il tradizionale concetto di sponsorizzazione e riqualificarlo in chiave più attuale e accattivante per le aziende come l’Itas Assicurazioni che investono nello sport. Nella fase di analisi ci siamo accorti che il baseball può essere considerato come lo sport di squadra più individuale che ci sia e per sua natura perfettamente aderente a dinamiche manageriali proprie delle aziende alto livello. Da questi presupposti è nata una giornata fatta su misura per Itas Assicurazioni, caratterizzata da un approccio assolutamente ludico e leggero e allo stesso tempo ricco di spunti utili per rendere l’ambiente di lavoro ancora più proattivo e performante".

 DSC 1604

Durante la mattinata l'intera direzione commerciale di Itas Assicurazioni è stata coinvolta dai tecnici del Baseball Softball Club Rovigo in molteplici attività ludico-sportive finalizzate ad apprendere i rudimenti del baseball. Quattro le stazioni, tra le quali sono ruotati gruppi di 12 dipendenti ciascuno per cimentarsi con lanci, battute, prese a terra e prese al volo, ma anche per partecipare a quattro diversi momenti di formazione sul campo. Nel pomeriggio si è cercato di mettere in pratica quanto appreso con alcune partitelle amichevoli, con i lavoratori suddivisi in quattro squadre: Cuba, Venezuela, Stati Uniti e Olanda. A supportare i tanti volontari del Baseball Softball Club Rovigo nella gestione della giornata anche un nutrito gruppo di studenti dell'indirizzo sportivo del liceo scientifico "Paleocapa" di Rovigo.

"Per noi di Itas Assicurazioni si tratta di un importante momento di condivisione interna, un'occasione unica per fare squadra, per conoscerci ancora meglio - sottolinea Alberto Rossi, direttore commerciale di Itas Assicurazioni - Attraverso questa giornata usciamo dalla nostra abituale 'comfort zone' e ci mettiamo in gioco con calzoncini corte e scarpe da ginnastica. E' anche un modo per far conoscere a tutti i dipendenti quali sono le realtà del territorio su cui Itas ha deciso di investire". A proporre l'esperienza di team building è stata qualche mese fa proprio Itas Assicurazioni. "Una proattività che ci ha sorpreso in positivo - aggiunge Alberto Rossi - Visti gli ottimi riscontri, un domani potremmo estendere l'esperienza a tutto il resto dell'azienda".

Rovigo, 25 settembre 2019



--

Ufficio Stampa Gruppo Baseball Softball Club Rovigo

Piemonte e Valle d'Aosta

Il Porta Mortara Novara, è in partenza per il Trofeo CONI Kinder+Sport, uno dei principali progetti nazionali multisportivi per gli atleti Under 14 (per il baseball&softball Under 11).

Il Trofeo CONI, si ispira a quelli che sono le basi dei principi sportivi, ai valori del fair play e del rispetto delle regole.
Sono migliaia gli atleti che ogni anno si sfidano nelle diverse discipline, e per il terzo anno consecutivo, il Porta Mortara Novara, avrà l'onore di rappresentare il Piemonte nel Baseball5.

Quest'anno la manifestazione, si giocherà in Calabria, a Crotone e Isola Capo Rizzuto.

La giovanissima selezione rossoblù del Porta Mortara Novara, parte con l'ambizione di migliorare il risultato dell'anno precedente, dove hanno conquistato la medaglia di Bronzo, e scalare il gradino più alto del podio.


Insieme ai tecnici Lorena Cerami e Giuseppe Cerami, ci saranno 7 piccoli atleti, Denise Peluso, Gaia Lentini, Martina Buzzi, Federico Buzzi, Fiore Gennaro, Romisa Zouaoui, Rebecca Sansalone.

Nella foto, la squadra che ha conquistato il Bronzo nel 2018.

Abruzzo e Molise

Si torna a giocare a slowpitch sul diamante Santa Filomena di Chieti. Sabato 21 e domenica 22 settembre al via il 2° Torneo Slowpitch Città di Chieti, organizzato dalla società Chieti Baseball, in collaborazione con il Comitato FIBS Abruzzo Molise.
Dopo il successo dell'edizione inaugurale dell'anno scorso, tornano in Abruzzo alcune delle più importanti formazioni di slow pitch a livello nazionale. Cinque le squadre partecipanti, provenienti da tutta Italia: Caserta, Anzio, Rustelle, Oaks e Katana (formazione composta da una selezione di giocatori abruzzesi che si allenano stabilmente sul campo di Chieti, grazie alla collaborazione tra le due società teatine Chieti Baseball e Atoms' Softball). Due i diamanti da gioco allestiti, presso lo stadio Santa Filomena di Chieti scalo. Si inizia sabato 21, alle ore 12:00. Si gioca il pomerigio e la sera di sabato. Poi si riprende domenica mattina alle 9:30. La finale per il primo posto si disputerà domenica mattina alle 11:00.

Abruzzo e Molise

Si torna a giocare a slowpitch sul diamante Santa Filomena di Chieti. Sabato 21 e domenica 22 settembre al via il 2° Torneo Slowpitch Città di Chieti, organizzato dalla società Chieti Baseball, in collaborazione con il Comitato FIBS Abruzzo Molise.
Dopo il successo dell'edizione inaugurale dell'anno scorso, tornano in Abruzzo alcune delle più importanti formazioni di slow pitch a livello nazionale. Cinque le squadre partecipanti, provenienti da tutta Italia: Caserta, Anzio, Rustelle, Oaks e Katana (formazione composta da una selezione di giocatori abruzzesi che si allenano stabilmente sul campo di Chieti, grazie alla collaborazione tra le due società teatine Chieti Baseball e Atoms' Softball). Due i diamanti da gioco allestiti, presso lo stadio Santa Filomena di Chieti scalo. Si inizia sabato 21, alle ore 12:00. Si gioca il pomerigio e la sera di sabato. Poi si riprende domenica mattina alle 9:30. La finale per il primo posto si disputerà domenica mattina alle 11:00.

Piemonte e Valle d'Aosta

Save the Date: La delegazione Regionale tecnici del C.N.T. (Comitato Nazionale Tecnici) Piemontese in collaborazione con il Comitato Regionale F.I.B.S. presenta il 1° Seminario di Formazione per Tecnici e Arbitri sul regolamento tecnico.

La giornata di formazione, inserita nella programmazione annuale del comitato regionale, è aperta tutti e si svolgerà sabato 12 ottobre 2019 a Vercelli presso la club house della società Vercelli baseball softball sita in via Viviani.

Relatori di giornata saranno gli arbitri: Aldo Barile, Pippo Laudani e Giuseppe Mariella (ex) e i classificatori Anita Manca e Mario Pinardi.

Il programma di giornata prevede una fitta discussione sulle seguenti tematiche:

  • ll regolamento tecnico del Baseball e del Softball tra falsi miti e luoghi comuni

  • Il regolamento giovanile del Baseball e Softball

  • La testimonianza di un ex arbitro nel rapporto con giocatori e tecnici sul campo di gioco

Valida o errore? L'annosa controversia tra tecnici e classificatori

E’ possibile partecipare alla giornata formativa previo versamento di €. 12,00 mediante bonifico bancario a: Fibs Piemonte

IBAN: IT18R0100501000000000037394 con causale 1° Seminario di Formazione per Tecnici e Arbitri e successiva registrazione con copia bonifico quietanzato e dati anagrafici del partecipante alla mail piemonte@fibs.it entro il 30 settembre 2019.

In base al nuovo sistema del Piano Formativo dei tecnici, il clinic assegnerà n° 1 credito SNaQ (Sistema Nazionale di Qualifiche dei Tecnici Sportivi).

La società Vercelli BS mette a disposizione dei partecipanti la propria struttura per il pranzo a 10,00 euro (primo secondo, acqua e caffè) previa prenotazione alla mail baseballsoftballvercelli@gmail.com

Per maggiori informazioni si prega di contattare il numero 348 9159677

 

 

 

 

 

 

Piemonte e Valle d'Aosta

Importate incontro tra il Presidente Federale Marcon ed il Sindaco di Novara Canelli per discutere il futuro dello stadio del Baseball di Novara

In un'ottica di collaborazione tra uffici ed enti diversi nasce la condivisione di obiettivi e la scelta di “fare rete..Con questa prospettiva si sta lavorando per trovare un accordo tra le parti interessate al destino dello stadio “Marco Provini” di Novara nel contesto del progetto “cittadella dello sport” che il comune di Novara avrebbe intenzione di avallare per “riqualificare” l’area sportiva sacrificando però lo storico stadio del baseball.

Il lavoro silenzioso e sottotraccia del comitato Regionale Fibs Piemonte, del suo presidente Mario Pinardi e del consigliere Federale Marco Mannucci con la collaborazione attiva del Presidente del C.O.N.I. Piemonte, Gianfranco Porqueddu e dei consiglieri della società Athletics Novara Alessandro Fabbri e Daniela Rispoli ha fatto si che lunedì pomeriggio i vertici istituzionali del comune di Novara, rappresentati dal sindaco Alessandro Canelli e dall’assessore allo sport Marina Chiarelli, e dal presidente della Federazione Italiana Baseball Softball, Andrea Marcon, si incontrassero presso la Sala Riunioni di Palazzo Cabrino, sede del Municipio di Novara, per discutere del futuro dello stadio Novarese di via Patti a seguito della dichiarazione di intenti da parte del comune a rimodulare l’area interessata al progetto.

L’amministratore comunale ha rassicurato la Federazione e la società che gestisce lo storico impianto che “il progetto è ancora in fase di studio analisi e valutazione di tutti i soggetti interessati e non è ancora entrato nella fase procedurale amministrativa finale. Quando ciò accadrà si provvederà a cercare alternative soddisfacentie ancora il sindaco, “se lo stadio Provini non dovesse entrare nel progetto di riqualificazione, si cercherà, come stiamo già facendo, un area alternativa dove realizzare un impianto con le medesime caratteristiche”.

Il presidente della Federazione Italiana Baseball Softball ha voluto altresì sottolineare che “la F.I.B.S. interviene quando si discute degli impianti del baseball che ritiene un patrimonio per la propria attività complessiva e particolare. L’attività svolta da Athletics a livello Nazionale è encomiabile e riteniamo lo stadio del baseball “Marco Provini” un bene irrinunciabile.

Al temine della riunione il sindaco ha rassicurato il Presidente Federale ed i vertici del sodalizio Novarese che “qualora il progetto della “Cittadella dello sport” intaccasse l’attuale struttura dello stadio del baseball “Marco Provini” l’amministrazione studierà un alternativa che verrà ricostruita da altra parte garantendo la continuità delle attività sportive con la garanzia di costruire il nuovo stadio prima di demolire quello vecchio”.

Veneto

Il Comitato Regionale FIBS Veneto in accordo con la Federazione Italiana Baseball Softball propone per il 2° anno alle Società del Veneto il progetto Accademia Regionale Baseball 2019/2020.

L’ammissione al 2° Corso dell’Accademia Regionale Veneto  è riservata a 12 giocatori di Baseball residenti in Veneto e tesserati da società venete affiliate alla FIBS o da organismi ed organizzazioni riconosciute dalla stessa, che siano studenti, iscritti nelle scuole medie e superiori, nati negli anni 2004-2005 e 2006.

Il try out di selezione per la valutazione degli atleti che saranno ammessi all’anno accademico 2019/2020 si svolgerà sabato 28 SETTEMBRE  alle ore 15.00 presso il campo da baseball di Padova in via Via G. Geremia, 2.

Le domande di iscrizione, complete di richiesta e liberatoria, andranno presentate entro il 25/09/2019 all’indirizzo: accademiafibsveneto@gmail.com.

 

Cordiali saluti  

CR FIBS VENETO

Daniela Olivieri

Richiesta partecipazione try out

Abruzzo e Molise

Cresce in Abruzzo la passione per il Baseball 5, il “baseball di strada” che si gioca senza mazza né guantoni. Domenica scorsa è stata la cittadina di Tollo (Ch) a ospitare il torneo di Baseball 5, riservato alla categoria Under 12 e inserito all’interno del 12° Memorial “Tony Gigante”. Il teatro all’aperto di Tollo ha accolto le quattro squadre abruzzesi di Tollo, Pescara White, Atoms Chieti, Pescara Blue, che hanno dato vita a una bella giornata di sport e divertimento. Il primo posto è andato alla formazione del Pescara White. L’evento è stato organizzato dalla società Tollo Baseball Softball.

“Il Baseball 5 è una disciplina nuova, che sta prendendo piede anche in Abruzzo, soprattutto tra i bambini più piccoli - ha commentato il numero uno della Fibs regionale, Katia Di Primio. “Entusiasti anche i genitori, che incuriositi dalla facilità di un gioco senza mazze né guantoni, si avvicinano alle regole del baseball e del softball in maniera semplice e divertente”.

Piemonte e Valle d'Aosta

L'Accademia Piemonte Baseball in accordo con il presidente del comitato regionale F.I.B.S. Piemonte Mario Pinardi, la Federazione Italiana Baseball e Softball e con la coordinazione dell'Accademia Nazionale dell’Acqua Cetosa in Roma, ha definito la giornata di valutazione degli atleti che parteciperanno ai try out di ammissione all’anno accademico 2019/2020 dell’accademia regionale Piemontese.

La direttrice del corso Michela Passarella ed Il responsabile tecnico, Mauro Mazzotti stanno provvedendo ad organizzare il programma e la serie di test e di prove atletiche che si effettueranno sabato 28 settembre 2019 presso il campo da baseball dello stadio Comunale di Torino sito in via Passo Buole, 82 dalle ore 14,30 alle ore 17,30.

L'ammissione al corso dell'Accademia è riservato a giocatori di baseball tesserati da società regolarmente affiliate alla FIBS o da organismi ed organizzazioni riconosciute dalla stessa nati negli anni 2003 - 2004 - 2005 - 2006.

Per una migliore organizzazione è necessario che gli interessati inviino le adesioni scaricando e compilando il seguente link e, successivamente, inviandolo all'indirizzo di posta elettronica: accademia.fibspiemonte@gmail.com entro e non oltre il 21 Settembre 2019.

Info telefoniche al numero: 348 7358127

Toscana

Sono al via le selezioni per il nuovo anno accademico 2019-2020 dell'Accademia Toscana.
I TryOut si svolgeranno presso lo stadio Simone Piani, in località CasaMora - Castiglione della Pescaia (Grosseto)

Da questo link è possibile scaricare la scheda di iscrizione per gli aspiranti atleti che vorranno provare ad inserirsi nella più importante scuola di formazione regionale per i talenti di domani. Staff e tecnici dell'Accademia, capitanati da Marco Mazzieri con il supporto del preparatore atletico della Nazionale Italiana di Baseball Gianni Natale, accoglieranno per le prove di rito i ragazzi nati nel 2005, 2006 e 2007, che avranno sottoscritto la scheda il prossimo sabato 28 settembre, dalle 14:30.

Un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti!

 

SCARICA LA SCHEDA

Liguria

La rappresentativa U12 ligure, guidata dai coach Tarassie Pascoli parteciperà al TORNEO U12 CITTÁ DI BOVES.

Trinagolare che oltre lo Skatch Boves padrone di casa e la nostra compagine avrà il Vercelli baseball come terzo attore.

Da segnalare alle 14.30 Home Run Derby, quindi bombardieri scaldate le mazze ed in bocca al lupo!!!

Liguria

" È partita mercoledì mattina, destinazione Parma, la spedizione delle 12 atlete della Softball School accompagnate dai coach Flavia Ciliberto e Salvatore Ruffo.

Le piccole atlete parteciperanno al torneo "Due Torri" , uno dei tornei internazionali più importanti che vede la partecipazione di circa 600 atleti provenienti da tutta Europa. Il torneo di è aperto con la cerimonia inaugurale mercoledì sera e terminerà domenica con tutte le finali e poi la premiazione e la cerimonia di chiusura.
Per le piccole matuziane si tratta della prima partecipazione ad un evento di tale portata, e se ancora non hanno una grande esperienza sapranno sicuramente sfoderare tutta la loro grinta sul campo senza mai perdere di vista il loro obbiettivo ovvero giocare divertendosi."
Abruzzo e Molise

Continua a far parlare di sé, il giovanissimo Alejandro Svizzero Rullo (Chieti baseball), unico abruzzese convocato nella Rappresentativa Nazionale Sperimentale U12, in campo da oggi fino a domenica 21 luglio, al Torneo di Godo.

Svizzero (classe 2008) già da due anni è entrato a far parte del giro delle nazionali giovanili di categoria. La Rappresentativa Nazionale U12, in campo già da oggi sul diamante di via Rivalona 5 (Godo-Ravenna), affronterà le squadre di Junior Alpina, Godo, Baseball Romano, Ravenna e San Marino.

Piemonte e Valle d'Aosta

Lo staff tecnico della rappresentativa Nazionale Under 14 di baseball ha diramato le convocazioni per Torneo Internazionale "World Tournament Boys"

Tra i 20 atleti convocati anche 4 giovani talenti del baseball Piemontese: Giuseppe Alioto del Porta Mortara Novara e Stefano Cirillo, Daniele Adamo, Williams Wong del Settimo b.c., questi ultimi due facenti parte anche della squadra dell’accademia Piemonte baseball nella stagione 2018-2019.

La selezione si ritroverà dal 1° al 7 agosto presso il campo "F. Camusi", di Nettuno per disputare il torneo internazionale di baseball giovanile che si disputerà sui campi del complesso sportivo di S. Barbara.

Nello staff tecnico della selezione anche il coach piemontese Luca Costa.

Il presidente del C.R. Piemonte Mario Pinardi e tutto il baseball e softball Piemontese si congratulano con gli atleti selezionati a vestire la maglia della Nazionale Italiana ringraziando le società di appartenenza per l’ottimo lavoro svolto nell’attività giovanile.

Abruzzo e Molise

Il baseball Under 15 d'Abruzzo protagonista al Torneo di Cupramontana 2019, concluso domenica scorsa sul diamante marchiegiano, con la vittoria della formazione locale. Quest'anno a rappresentare i colori regionali, due diverse squadre: la Rappresentativa Abruzzo e i Bears Teramo. Gli atleti sono stati accompagnati dai tecnici Daniele Caputo, Mauro Carnovale (Rappresentativa), Emma Del Sindaco, Alessia Marcone (Bears teramo). Queste le altre squadre partecipanti: Pesaro Baseball, Macerata Angels, Dolphins Anzio, Athletics Bologna e Grizzlies Torino.
Una bella occasione per gli atleti delle categorie giovanili per giocare e misurarsi in una competizione di grande valore tecnico, con squadre provenienti da tutta Italia.

Queti i nomi dei convocati nella selezione Abruzzo: Walter Almanza, Samuele Caputo, Andrea Carnovale, Alessandro De Nicola, Giammario Josè Di BattistaNaranjo, Christian Di Giovanni, Mattia Di Marco, Felicia Di Pancrazio, Simor Nacci, Andrea Palombaro, Jacopo Francesco Pavone, Daniele Perilli, Marco Antonio Regnicoli, Alessandro Romano, Giulio Trovarello.

Bears Teramo: Arthur Booz Stefani, Giorgia D'Aviero, Giulia D'Aviero, Tommaso De Angelis, Flavio Di Bartolomeo, Diego Erro, Andrea Fuscaldo, Danilo Locoverde,
Alessandro Lupinetti, Raffaele Panella, Manpreet Singh, Ivan Sochka, Martina Staffieri, Valentina Staffieri, Alisya Terrenzio.

Piemonte e Valle d'Aosta

Dopo la finale U12 #baseball che ha visto il #Vercelli prevalere sul #Boves e quella dell'U15 baseball che ha incoronato il #RedClay #Castellamonte sul #Fossano ieri sera (12 luglio) si è disputata la finale della categoria U18 baseball tra il #Settimo #Avigliana #Rebels
La formazione di Settimo T.se vince 11 - 4 ed accede alle fasi #nazionali.
Premiazioni sul campo da parte del consigliere regionale Giuseppe Rizzi

Abruzzo e Molise

C’è tanto Abruzzo nella Nazionale italiana COED di Slowpitch, in partenza per l’Europeo di Budapest (Ungheria) dal 15 al 20 luglio.

Oltre al veterano Ernani Bisbano, che per tanti anni ha militato in squadre abruzzesi, e ai coach Renato Codagnone e Aulo Di Florio, entrambi originari ed ex giocatori di Lanciano, in provincia di Chieti, quest’anno per la prima volta sono state convocata nel roster titolare anche due atlete abruzzesi: l’interno Chiara Giudice (pescarese, in forza al Saronno in serie A1) e Micaela Capitanio, catcher/interbase tesserata con l’Asd Atoms’ Chieti (serie B).

Quest’ultima però non potrà partire con la Nazionale, a causa di un infortunio a un ginocchio, rimediato durante il tryout di giugno a Riccione. Nel pomeriggio di domenica 14 luglio la squadra del manager Daniele Frezza si ritroverà a Riccione per un ultimo test prima della partenza verso Budapest, che avverrà in serata.